Casco obbligatorio per i minori di 12 anni in bicicletta

In futuro potrebbe scattare l’obbligo di indossare il casco per i minori di 12 anni. Si tratta di una delle novità contenute tra gli emendamenti al Codice della Strada, all’esame della Camera dei deputati. La norma prevede l’obbligo dei conducenti di velocipedi di età inferiore a dodici anni di indossare e tenere allacciato il casco protettivo, conforme alle omologazioni internazionali.

Non sottovalutiamo la sicurezza
Il casco è un dispositivo di sicurezza che andrebbe indossato a qualsiasi età, a prescindere dagli obblighi normativi. Purtroppo, veniamo da una tradizione scarsamente attenta alla sicurezza e siamo portati a sottovalutare l’importanza di queste misure. Al contrario, il casco, in caso di una caduta – che tutti i bambini sperimenteranno ben più di una volta nel corso della carriera ciclistica – permette di evitare conseguenze gravi.
In questo senso, possiamo anticipare l’iter legislativo di questa norma e dotare i nostri bambini di casco, sin d’ora. La spesa per l’acquisto di un casco è minima (una decina di euro o poco più), ma può salvare una vita, oltre a educare ad una cultura della prevenzione (cultura che si costruisce a partire da questi piccoli gesti per arrivare a formare adulti consapevoli dei rischi e di come si possono prevenire).

Non solo casco, ma piste ciclabili
La discussione sull’obbligo di indossare il casco non dovrebbe distoglierci da una questione ben più seria: la necessità di aumentare la superficie di percorsi ciclabili a misura di bambino. Infatti, far circolare i bambini in bicicletta su strada, specialmente nelle grandi città, non è affatto semplice né sicuro. Rispetto a cinquant’anni fa, il numero di automobili è cresciuto a dismisura e le utilizziamo sempre più spesso, anche per percorrere poche centinaia di metri. Di fronte a questo scenario, il casco è indispensabile, ma non basta: occorrono spazi dedicati alle biciclette e sicuri, per grandi e bambini.