COLTIVARE IL POTENZIALE UMANO (SECONDO NEIL POSTMAN)

Neil Postman, grande filosofo e critico dell’educazione, in un’epoca in cui si parlava tanto di salute emotiva, propose un paradigma differente sul quale progettare la scuola. Chiamò questo paradigma “l’ascesa dell’uomo” (in termini non dissimili da quelli che aveva individuato, mezzo secolo prima, Maria Montessori).

Per fare il diagramma dell’ascesa dell’uomo, che qui chiamerò l’ascesa dell’umanità, dobbiamo unire arte e scienza. Ma dobbiamo unire anche il passato e il presente, perché l’ascesa dell’umanità è prima di tutto una storia di continuità…
È la storia della creatività dell’umanità nel tentativo di sconfiggere la solitudine, l’ignoranza e il disordine“.

Questo paradigma, secondo Neil Postman, avrebbe alcuni importanti benefici:

Prima di tutto, con qualche eccezione che farò notare, non richiede l’invenzione di nuove materie o l’eliminazione di vecchie. La struttura del corso, quale esiste attualmente nella maggior parte delle scuole, è perfettamente utilizzabile. In secondo luogo questo è un tema che può cominciare nelle prime classi e poi estendersi in tutte le altre assumendo dimensioni sempre più profonde ed ampie. Meglio ancora, esso fornisce agli studenti un punto di vista per capire il senso delle altre materie…

Ecco alcuni dei punti chiave che Postman delinea per la sua “ascesa dell’umanità”:

  • Istruirsi significa divenire coscienti delle origini e dello sviluppo del sapere e dei sistemi di sapere“;
  • la storia è il mezzo intellettuale più potente per realizzare una coscienza ben desta“;
  • ogni materia ha la sua storia, comprese la biologia, la fisica, la matematica, la letteratura, la musica e l’arte figurativa“;
  • ogni insegnante dovrebbe essere un insegnante di storia, perché insegnare, per esempio, quello che sappiamo sulla biologia oggi senza insegnare anche quello che sapevamo o credevamo di sapere una volta, equivale a ridurre la conoscenza a un semplice prodotto di consumo“;
  • accanto alla storia della scienza, è fondamentale insegnarne la filosofia: “propongo che ogni scuola – dalle elementari al college – offra e pretenda un corso di filosofia della scienza“.

FONTI

  • N. Postman, Technopoly, la resa della cultura alla tecnologia, Bollati Boringhieri, 1993 (ed. originale 1992)