CRESCERE NELLA NATURA SIGNIFICA CRESCERE MEGLIO

Avere a disposizione degli spazi verdi è un vero toccasana per bambini e ragazzi. Avere la possibilità di giocare quotidianamente a contatto con la natura non è semplicemente divertente: presenta una lunga serie di benefici per i ragazzi.

Nel 1991 i ricercatori hanno analizzato le performance scolastiche di un gruppo di ragazzi che partecipavano allo STARS Program,  un programma dopo-scolastico ricreativo. Trascorrere il pomeriggio giocando con i propri amici ed altri coetanei all’aperto si è rivelato una risorsa preziosa anche in termini di profitto. Prima dell’iscrizione al programma, il 75% degli studenti in esame aveva una media inferiore a C nel proprio corso scolastico. Al termine del programma, l’80% dei ragazzi aveva raggiunto o superato il grado C. Giocare all’aria aperta per alcune ore ogni giorno presenta dei benefici notevoli per un bambino: dal miglioramento delle performance scolastiche alla salute in età adulta. Giocare in parchi e cortili è un’attività che riduce i livelli di stress e migliora la capacità di attenzione.

Lo studio BREATHE, finanziato dall’Unione Europea, hanno messo in evidenza che i bambini che vivono e trascorrono più tempo giocando negli spazi verdi (parchi e cortili alberati, campi e giardini) e negli spazi blu (laghi, fiumi e specchi d’acqua, spiagge e località marittime) sono facilitati nelle relazioni tra pari e che mostrano uno sviluppo emotivo migliore.
Le cause non sono ancora ben chiare; con tutta probabilità, questi ambienti naturali, grazie al loro potere rasserenante, fungono da facilitatori per le relazioni umane e per lo sviluppo cognitivo.

FONTI