Due ore di natura ogni settimana per stare meglio

Abbiamo parlato in più di un’occasione dei benefici connessi con la natura e l’aria aperta. Recentemente, tutti gli studi in materia sono stati analizzati alla ricerca di un’associazione tra il tempo libero trascorso nella natura e il benessere percepito. L’analisi ha coinvolto un campione di quasi 20.000 partecipanti: un numero significativo.
Rispetto a coloro che non trascorrevano tempo nella natura, coloro i quali passavano più di 120 minuti ogni settimana nella natura hanno riportato un grado di benessere percepito significativamente più alto. L’associazione natura-benessere raggiunge il suo picco massimo tra i 200 e i 300 minuti ogni settimana; tempi maggiori non producono un ulteriore aumento del benessere.

I ricercatori hanno evidenziato la necessità di condurre degli studi longitudinali su questo effetto, per scoprire se il beneficio del tempo trascorso nella natura sia paragonabile al beneficio prodotto dall’attività fisica e per poter stilare delle linee guida. Infatti, da quest’analisi è risultato che la natura, nella costruzione del benessere, giochi un ruolo importante, paragonabile a quello esercitato dall’attività fisica, dalla qualità del proprio lavoro e dalle condizioni socio-economiche dell’ambiente in cui si vive.

FONTI

  • Mathew P. White, Ian Alcock, James Grellier, Benedict W. Wheeler, Terry Hartig, Sara L. Warber, Angie Bone, Michael H. Depledge & Lora E. Fleming, Spending at least 120 minutes a week in nature is associated with good health and wellbeing, Scientific Reports volume 9, Article number: 7730 (2019), https://doi.org/10.1038/s41598-019-44097-3