I colori sono uno degli strumenti base per lo sviluppo della creatività. Tramite i colori riusciamo a rappresentare non solo la realtà che ci circonda, ma anche la nostra personalità.

Spesso sono proprio i colori ad aiutarci ad esprimere le emozioni e le sensazioni che proviamo: “Vedo tutto rosa”, “È una giornata nera”, “Sono verde di rabbia” sono espressioni di uso comune.

Per questo è importante aiutare i bambini ad osservare, a conoscere il proprio stato d’animo ed acquisire le capacità di esprimersi con i vari linguaggi. Condividere le emozioni aiuta a capire che non si è soli, non si è soli nemmeno a provarle e che insieme si possono affrontare.

Art: Henri Matisse, La danza

PROVA AD UTILIZZARE I COLORI COME MEZZO PER ESPRIMERE LE EMOZIONI

Di seguito ti proponiamo due giochi da sperimentare in famiglia oppure in classe, basati proprio sull’uso dei colori in associazione alle emozioni. Si tratta di giochi molto semplici che non richiedono particolari abilità e vi aiuteranno a sviluppare la capacità di ascoltare i vostri stati d’animo più profondi e quelli altrui.

Tra l’altro sono un ottimo modo per stare insieme nelle giornate di pioggia, quando ci si annoia facilmente e la tentazione di piazzarci davanti alla TV è forte.

LE PALLINE COLORATE

Per il primo gioco ci siamo ispirati all famoso film d’animazione “Inside Out”. Nel cartone animato, ad ogni emozione è associato un colore:

  • GIOIA: colore GIALLO. Ha le sembianze di una stella.
  • TRISTEZZA: colore BLU. Il suo aspetto fisico ricorda una lacrima.
  • RABBIA: colore ROSSO. E’ un vivido fuoco.
  • PAURA: colore VIOLA. Assomiglia ad un nervo .
  • DISGUSTO: colore VERDE. Assomiglia ad un broccolo.

Cerca 5 palline o cinque oggetti dei colori prescelti, che rappresenteranno le emozioni. Noi ipotizziamo di usare delle palline con i colori dei personaggi di Inside Out, ma tu potresti fare una scelta diversa: del resto, i colori delle emozioni non sono universali!

A questo punto mettile in un sacchetto; a turno, ciascuno ne estrarrà una. Dopo averla estratta, chiedi ai bambini di pronunciare il nome dell’emozione corrispondente e invitali a rispondere alle nostre domande e a disegnare la risposta, come a raccontarci una breve storia.

Ad esempio: Pallina GIALLA: Cosa ti rende felice? Pallina ROSSA: Cosa ti fa arrabbiare? Pallina BLU: Cosa ti rende triste? Pallina VIOLA: Di cosa hai paura? Pallina VERDE: Cosa proprio non ti piace? 

Se raccoglierai i disegni, potrai realizzare un piccolo diario delle emozioni, da sfogliare insieme ai bambini ed arricchire man mano con nuove storie.

UN ALTRO ESERCIZIO: GLI SCAFFALI DEI COLORI

Di seguito ti proponiamo un’idea per lavorare su te stessa/o attraverso l’uso delle scale cromatiche. Si tratta degli “scaffali del colore”, ripiani o scatole in legno caratterizzati da una monocromia programmatica.

Procurati innanzitutto dei pannelli o delle scatole di cartone. Poi procedi a decorarli. Scegli un unico colore, ad esempio il blu, e chiedi l’aiuto dei bambini per raccogliere materiali diversi, nelle varie gradazioni e sfumature del colore che hai scelto: pasta, plastica, piume, materiali naturali, materiali di recupero, e così via.

In questa fase, il gioco consiste nell’osservazione, nella manipolazione e nella scelta dei materiali che poi andranno incollati; puoi anche decidere di colorare il pannello con una mano di tempera del colore che hai scelto. I materiali potrebbero essere incollati in maniera casuale, oppure a disegnare un motivo. Qualcuno potrebbe scegliere di riprodurre delle figure o, addirittura, un paesaggio.

Non esiste una scelta giusta ed una sbagliata: mettiti in gioco insieme ai bambini e, insieme, definite l’aspetto che avrà il vostro scaffale dei colori.

Al di là dell’elemento ludico e creativo, questo è il primo passo per riflettere su come, nell’uniformità, esistano tante sfumature diverse che fanno parte del nostro colorato bagaglio emozionale. Questi pannelli, inoltre, diventeranno dei pannelli sensoriali a tutti gli effetti, che i bambini potranno toccare e sperimentare.

Una volta realizzati, prova a fare un altro gioco con i bambini: chiedi loro cosa gli ricorda un determinato colore, che sensazioni gli suscita. Allenati insieme a loro a sentire e a raccontare: il dialogo e l’espressione del mondo interiore sono due conquiste niente affatto scontate, specialmente oggi, con i legami affettivi più fragili che mai.

Pin It on Pinterest