LE FILASTROCCHE DEI GIORNI DELLA SETTIMANA

Imparare è semplice se utilizziamo le rime delle filastrocche. In questo articolo puoi trovare alcune tra le più belle filastrocche dei giorni della settimana (quasi tutte con una versione illustrata da stampare e colorare). Dai un’occhiata anche alle filastrocche dei mesi dell’anno.

FILASTROCCA DELLA SETTIMANA DEL PULCINO

Lunedì chiusin, chiusino.
Martedì bucò l’ovino.
Sbucò fuori mercoledì.
Pio, pio, pio giovedì.
Venerdì fa un bel saltino.
Beccò sabato un granino.
La domenica mattina
aveva già la sua crestina.

filastrocca della settimana da stampare

Volete stampare “La settimana del pulcino” da colorare? Clicca qui.

FILASTROCCA DELLA SETTIMANA

Lunedì lo faccio giallo,
martedì rosa corallo.
Come il gambo di un fiorellino
mercoledì è un po’ verdino.
Giovedì viene con slancio,
lo coloro con l’arancio.
Venerdì lo faccio viola
perché è l’ultimo giorno di scuola
Sabato blu come il mare,
Domenica rosso, si può riposare.

ALTRE FILASTROCCHE DELLA SETTIMANA

Esistono centinaia di filastrocche sui giorni della settimana: un tempo, ogni maestra e ogni famiglia aveva la sua. Abbiamo voluto inserire le più belle, quelle che ci ricordiamo dai tempi dell’infanzia e che meritano di essere tramandate.

LA SETTIMANA DELLE PERE

Lunedì ruba le pere;
martedì le vuol vedere;
mercoldì le sbuccia lesto;
giovedì le mangia presto.

Venerdì col becco asciutto
va da sabato a dir tutto;
e domenica infuriata
dà le botte su e giù.

LUNEDÌ ANDÒ DA MARTEDÌ

Lunedì andò da Martedì
per vedere se Mercoledì
avesse saputo da Giovedì
se fosse vero che Venerdì
avesse detto a Sabato
che Domenica era festa.

UN LIBRO PER VOI: FILASTROCCHE DI UNA VOLTA

Se amate le rime e le filastrocche, vi suggeriamo di acquistare il nostro libro “Filastrocche di una volta“, una raccolta di testi della tradizione (il loro linguaggio è semplice e comprensibile anche ai bambini) che rischiano di essere dimenticati per sempre. Ogni filastrocca ha un’illustrazione da colorare. Potete acquistarlo cliccando qui o cliccando sulla copertina qui sotto.