Poesie e filastrocche sulla diversità

Scoprite tante poesie e filastrocche sulla diversità.

😀 Poesie sulla diversità

😵 IL GATTO NERO
Alessia de Falco e Matteo Princivalle
C’era una volta un gatto nero
che si lagnava col mondo intero.
“Pensano tutti ch’io porti sfortuna”
diceva triste il micio alla Luna.
“Se fossi nato bianco o arancione
sarei piaciuto a molte persone”.
“Ognuno di noi è strano, diverso:
tu trova un amico e non sarai perso.
Sei tutto nero, che vuoi che sia:
lo è anche la notte, l’amica mia”.

😵 Chi è tondo e chi è quadrato

Testo di: Germana Bruno

“Chi nasce tondo, non può morir quadrato”
è questo il bello di ciò che Dio ha creato.
I tuoi spigoli ti rendono assai raro
e ti distinguono da tutto il circondario;
le mie curve mi fan particolare
e contraddistinguono il mio modo di fare.

Per questo tu, sia tondo oppur quadrato,
da tutti quanti devi esser rispettato.
I tuoi angoli son per me una ricchezza
insieme alla tua base e alla tua altezza;
diametro e raggio ti posso prestare
e una “gran bella figura” possiamo fare.

Non è un quadrato, non sarà un tondo
ma è la cosa più bella del mondo:
donare agli altri ciò che possiedi,
ti arricchirà se solo ci credi!

😵 La peggior disabilità

Testo di: Germana Bruno

La peggior disabilità
è quella di chi un cuore non ha,
è la mancanza di comprensione,
l’incapacità di provar compassione,
per chi è diverso, particolare,
persona unica e assai speciale.
L’unica vera disabilità
è la mancanza di sensibilità,
è disabile ed inferiore
solo chi non prova amore,
perché disabile è solamente
chi col cuore non vede e non sente.

TORNA A:

Tag: poesie sulla diversità, filastrocche sulla diversità

Iscrivetevi alla newsletter per ricevere ogni settimana le nostre risorse per bambini e le novità dal mondo dell'educazione positiva. Cliccate qui! Oppure unitevi al Gruppo Telegram per ricevere lì gli aggiornamenti.