Filastrocche divertenti

Filastrocche divertenti

LA GALLINA PITTRICE
Alessia de Falco e Matteo Princivalle
C’era una volta mamma gallina;
covava sei uova seduta in cucina.
“Si schiuderanno dopodomani:
l’ha detto il dottore proprio stamani”.
Ma il giorno dopo arriva un messaggio:
le uova staran chiuse fino a maggio.
Si chiede la povera gallina:
“E io cosa farò due mesi chiusa in cucina?”
Dopo due giorni di noia e di terrore
decide di dare un tocco di colore;
Prende in mano matite e pastelli
Tempere, acquerelli, gessetti e pennarelli.
Dipinge le uova e anche se è sola
si diverte assai e il tempo vola.
Ed ecco che arriva il primo di maggio
Si schiudono le uova: lo diceva il messaggio!
Ma invece che pulcini gialli come un treno
Escon tutti colorati, come un arcobaleno.

FILASTROCCA PORTA PAZIENZA
Alessia de Falco e Matteo Princivalle
Filastrocca che porta pazienza
se devi aspettare non puoi stare senza.
Prova a ripetere dietro di me:
“C’era una volta un bimbo come te
fu trasformato da un mago
in un sasso e gettato in un lago.
“Aiuto!” disse il poverino.
“Vorrei tornare bambino”.
Gli rispose lo stregone
col suo perfido vocione:
“La maledizione si romperà
soltanto se chi leggerà
fino a trenta conterà”.
Se quel bimbo vuoi aiutare
Non perdere tempo, comincia a contare.
Vedrai che il tempo passerà
e la maledizione si scioglierà.

IL CANE DI PANE
Alessia de Falco e Matteo Princivalle
C’era una volta una fetta di pane
che si era convinta di essere un cane:
non voleva essere mangiata,
ma uscire a far la passeggiata.
Una mattina la misero a tostare,
e lei, per ripicca, si mise ad abbaiare.
Tutti scapparono, eccetto un bambino
che prese il guinzaglio dallo sgabuzzino,
glielo mise al collo e uscì con la fetta
che scodinzolava in maniera perfetta.
I cani del quartiere saputa la notizia,
in segno di grande amicizia,
vollero conoscere il nuovo vicino
e ciascuno di loro ne rosicchiò un bocconcino.
“Che strano cane” si disse il bambino
“era di pane questo mattino,
e adesso, stranamente
è addirittura trasparente”.

IL CASTELLO FANTASMA
Alessia de Falco e Matteo Princivalle
Per passare il tempo, due sorelle
costruirono un castello di frittelle.
Dopo tre ore di duro lavoro
conclusero il loro capolavoro.
Era così bello che corsero in cucina
strillando “Vieni a vedere mammina”.
Approfittando della confusione,
iI cane entrò nel salone
vide le frittelle e fece colazione.
Arriva la mamma: il salone è deserto,
manca il castello, di briciole è coperto
“Dov’è il castello? Cos’è questo marasma?”
Risponde il cane: “È un castello fantasma!”.

IL GIOCO
Alessia de Falco e Matteo Princivalle
C’era una volta un giocatore
che detestava il gioco:
amava esser vincitore.
Ce n’era un altro che amava giocare
vincitore o vinto,
c’è sempre da imparare.
Ironia della sorte: il secondo,
dopo tante sconfitte,
diventò il campione del mondo.

NEL PAESE SOTTO MARINO
Alessia de Falco e Matteo Princivalle
Nel paese sottomarino
abitava un bel pesciolino;
rosso rubino era il suo manto,
come il suo piccolo cuore infranto.
Quel pesce infatti era onesto e gentile,
garbato con tutti, per niente ostile.
Eppure i pesci di Sottomarino,
tristi e pungenti come un uncino,
lo trattavano con cattiveria,
ridendo di lui e della sua miseria.
Un giorno arrivò lì un pescecane,
un poco irritato e pieno di fame.
Per primo incontrò il pesciolino,
che salutò con un bell’inchino.
Il pescecane, colpito da tanta cortesia
ricambiò il saluto e tirò dritto per la via.
Ma quando arrivò al bar del paese,
trattato da tutti in modo scortese
fu così turbato da quella gente maleducata
che, per svagarsi, fece una grande abbuffata.

TORNA A:

Tag: filastrocche divertenti, filastrocche divertenti per bambini, filastrocche divertenti per bambini, filastrocche divertenti in rima

Iscrivetevi alla newsletter per ricevere ogni settimana le nostre risorse per bambini e le novità dal mondo dell'educazione positiva. Cliccate qui! Oppure unitevi al Gruppo Telegram per ricevere lì gli aggiornamenti.