Poesie e filastrocche per la festa della donna

Scoprite tante poesie per la festa della donna in questa sezione di poesie.

LEGGETE ANCHE: Poesie sulle emozioni

poesie per la festa della donna

Poesie per la festa della donna

A proposito di donne

Testo di: Monica Sorti

Devi esser sempre attiva, carismatica e perfetta,
devi fare le magie anche senza la bacchetta.
Devi andare a cento all’ora ma alla griglia di partenza
sei costretta troppe volte a dare a un lui la precedenza.
Ma non darti mai per vinta e asseconda i desideri,
fai valere i tuoi diritti, chiudi in gabbia i tuoi doveri.
Metti i sogni ben in vista, non ti servono cassetti,
chi ti vuole per i pregi deve amare anche i difetti.
Principesse streghe o fate, a seconda del momento,
navighiamo contromano e surfiamo con il vento,
danziamo tutti i giorni e ci giochiamo ogni partita
buttando all’aria i limiti sopra il tavolo della vita.

Donna

Testo di: Gerarda Fusco

Accoccolata mangio cioccolata
donna raggomitolata
mani stanche
tese che attendono un abbraccio
capelli sciolti che cercano intrecci
viso che ha fame di baci
donna fragile
lei
che d improvviso si svela
e mette un fiore nei capelli
si distende lentamente
mani morbide che trattengono il suo viso
e asciugano le sue lacrime
donna vedi come sei bella
quel fiore è sbocciato su di te.

La donna

Testo di: Erika Porro

A immagine e somiglianza di Dio
anche la donna è stata creata,
e da quel che ho sentito anche io
da una costola dell’uomo è nata.
L’8 marzo è la sua festa
e la si deve celebrare
ma la verità è questa:
ogni giorno è da ricordare.
Non dev’essere superiore
a ogni essere vivente
ma nemmeno inferiore:
ci vuole la parità certamente.
Non in un giorno soltanto
la donna dev’essere rispettata
è da proteggere e amare tanto
per la bontà e purezza va ringraziata.

Ogni donna conosce il suo valore

Testo di: Giovanna Bologna

Ogni donna conosce il suo valore
non ha bisogno di tante parole
non importa che tu la lodi
a parole ci son tanti modi!
Ma se tu la rispetti
con pregi e difetti
insegni ai tuoi bambini
che tra uomo e donna non ci sono confini
se quando è stanca una mano le tendi
se da lei sempre tutto non pretendi
se l’aiuti e la sai consolare
nei momenti bui la sai supportare
allora non c’è più bisogno di niente
di tante parole che dice la gente
amala, rispettarla, aiutala, dalle amore non farle del male
perché ogni donna sa quanto vale.

Mamma, andrà tutto bene

Testo di Giosuè, 10 anni

Mamma dolcissima
Amica e consigliera,
Musica dolce che mi accompagna e
Mi guida.
Anche se qualche volta diventi un uragano

Altre volte sei un cielo sereno e
Non riesci a resistere
Dinanzi alle mie carezze,
Restituendomi tutto il tuo grande
amore.
Amami più che puoi, donami

Tutto il tuo cuore.
Un
Tuo piccolo sorriso mi dà
Tanta sicurezza:
“Oasi dove io mi rifugio”.

Baciami, abbracciami e stringimi
E così
Nessuno potrà sostituire l’amore
Eterno che sento per te!

Donna

Testo di: Raffaella Gatta

L’avvocato un po’ assonnato
esce di casa con il tempo contato.
corre, corre in Tribunale
sale e scende giù per le scale,
arriva in aula con tanta gente,
attende, aspetta paziente
sente il suo nome ed esclama: “Presente”.
“Signor Giudice, per favore, posso fare la mia arringa?”
glielo chiese con più grinta.
“Il mio turno è arrivato, vorrei essere ascoltato”.
“Cos’è questa fretta?” gli rispose il Magistrato.
“Ho un bimbo che mi aspetta”.
“Avvocato”
disse il giudice seccato,
“Così non vale
se la mamma vuole fare”.
“Sarò cortese,
senza pretese:
lei ha enunciato
un principio sbagliato.
Ma lo sa, illustre dottore,
che noi del mondo siamo il motore?”

8 marzo

Testo di: Antonella Berti

Ora di pranzo
arriva il mio papi
con fiori gialli
son tanti, son belli.
“Ci vuole proprio
una bella mimosa,
un mazzo a testa,
mie donne di casa.
Per te che lavori
per noi senza posa,
per te che mi rendi
la vita gioiosa.”
“Caro papà,
ti ringrazio davvero
ma la mia festa
non è solo un giorno,
io sono donna
per un’anno intero”.
Dice la mamma:
“Mia piccola, certo,
quello che dici
l’appoggio davvero.
Ma il caro papi
ci offre quei fiori
perché noi siamo
per sempre i suoi
amori.

Donne

Testo di: Raffaella Gatta

Strega, irriverente
lunatica, perdente
così ci tinge certa gente
l’otto marzo non è che un piccolo riscatto.

Testa pensante, intelligenza brillante
istinto scattante che cattura l’istante.

Inverno, autunno, primavera od estate,
non ho bisogno di date,
non ci sono scadenze
per la potenza della mente.

TORNA A:

Tag: poesie festa della donna, poesie donne, poesie sulla donna per bambini

Iscrivetevi alla newsletter per ricevere ogni settimana le nostre risorse per bambini e le novità dal mondo dell'educazione positiva. Cliccate qui! Oppure unitevi al Gruppo Telegram per ricevere lì gli aggiornamenti.