Il gioco dell’oca è uno dei giochi da tavolo più popolari e più antichi. Si tratta di un semplice gioco di percorso in cui i partecipanti, lanciando due dadi e muovendosi di un numero di caselle pari alla somma del lancio, devono raggiungere l’ultima casella del circuito.
Si tratta di un gioco di fortuna: lo svolgimento è completamente casuale e ai giocatori non viene richiesta strategia o iniziativa. Proprio per questo motivo è un gioco particolarmente indicato per i bambini più piccoli (5-7 anni).

LE REGOLE DEL GIOCO DELL’OCA

Tipologia: competitivo, gioco di fortuna, gioco di percorso
Regole: i giocatori, a turno (cominciando dal più giovane e giocando in ordine di età crescente), lanciano due dadi, poi spostano la propria pedina di un numero di caselle pari alla somma del lancio. Vince chi arriva per primo all’ultima casella con un lancio esatto, terminando il suo movimento sulla casella 63; se un giocatore ottiene un numero più alto di quello necessario per raggiungere l’ultima casella, dopo aver raggiunto la casella 63 dovrà tornare indietro. Esistono inoltre alcune caselle speciali, elencate di seguito.

  • CASELLE DELL’OCA (5, 9, 18, 27, 36, 45, 54): il giocatore che si muove su una casella dell’oca si muove di un numero di caselle pari a quelle di cui si è appena spostato; la disposizione delle caselle dell’oca fa sì che se un giocatore, durante il primo turno, lancia un 9, vincerà la partita in una sola mossa;
  • PONTE (6): si ripete il movimento;
  • CASA (19): si rimane fermi per tre turni;
  • PRIGIONE (31): si rimane fermi finché un altro giocatore non finisce sulla stessa casella;
  • POZZO (52): si rimane fermi finché un altro giocatore non finisce sulla stessa casella;
  • LABIRINTO (42): si torna indietro alla casella 39;
  • SCHELETRO (58): si torna alla casella 1.

Questa disposizione delle caselle, giunta a noi dal XVI secolo, è quella “classica”. Tuttavia, molte versioni più recenti del gioco hanno modificato le caselle speciali o il numero di caselle totali. Essendo un gioco basato unicamente sulla fortuna, queste modifiche non alterano lo stile di gioco, al netto di allungare/accorciare i tempi della partita.

GIOCO DELL’OCA TASCABILE DA STAMPARE

Ecco il nostro gioco dell’oca tascabile, completo di tutte le caselle speciali (puoi cliccare sull’immagine per ingrandirla). Lo abbiamo progettato per stamparlo su un foglio A4  e per personalizzarlo/colorarlo a piacere.

gioco dell'oca regole e gioco dell'oca da stampare

Clicca qui per stampare il nostro gioco dell’oca.

Trattandosi di un gioco dell’oca tascabile, progettato per i viaggi e per gli intervalli, le caselle sono piuttosto ristrette. Al posto delle pedine tradizionali, i giocatori potranno usare legumi, sassolini o piccole palline di carta colorate.

LA STORIA DEL GIOCO DELL’OCA

Il gioco dell’oca diviene famoso per essere stato regalato a Filippo II di Spagna da Ferdinando I De’ Medici, nel 1580. Questo nuovo e dilettevole giuoco dell’oca fa presto il giro delle corti europee, divenendo conosciuto e apprezzato da molti.
Ma è proprio da questo regalo che nasce il gioco dell’oca? Assolutamente no: semplici giochi di percorso con i dadi sono presenti nella tradizione cinese ed europea addirittura dal II secolo a.C. Il gioco di Ferdinando De’ Medici, però, diviene l’archetipo dei giochi dell’oca, con le caselle disposte a spirale, le caselle con l’oca e le altre speciali.
Già dal secolo successivo furono messi in commercio i primi giochi dell’oca con tabellone stampato. Grazie alla semplicità dei materiali (possono essere realizzati tutti a casa) si è affermato come un classico per grandi e bambini.

Pin It on Pinterest