Il MUSE, il Museo delle Scienze di Trento, in occasione della Giornata Internazionale delle persone con disabilità ha proposto alle scuole e ai cittadini in visita un evento per sensibilizzare su questo tema.
I visitatori potranno svolgere la loro visita al museo con una mascherina che impedisce la vista, su una sedia a rotelle o in compagnia di una persona disabile. Un’esperienza per comprendere davvero la disabilità e, soprattutto, ciò che comporta nella vita di tutti i giorni. La chiave per integrare, includere e favorire lo sviluppo non è data dalla compassione, ma dalla comprensione. Il percorso esperienziale proposto dal MUSE, in questo senso, è unico nel suo genere, perché si propone di sfatare il tabù della disabilità attraverso l’esperienza diretta.

Se la scuola italiana è considerata la più inclusiva d’Europa, non si può dire lo stesso per quanto riguarda le barriere architettoniche e gli stereotipi. Le persone con disabilità si trovano ad affrontare un gran numero di barriere ogni giorno; occorre ripensare i nostri spazi e la nostra società all’insegna del rispetto, a partire dai nostri pensieri. Ciascuno di noi può contribuire a ridurre il peso dei pregiudizi che pesano sulla disabilità.

Pin It on Pinterest