I NONNI: UN TESORO PREZIOSO PER I LORO NIPOTINI

La famiglia non è composta esclusivamente da mamma e papà: i nonni (ma anche zii e cugini) sono portatori di un bagaglio emotivo e educativo inestimabile. Purtroppo, le nostre vite e la modernità hanno allentato i rapporti familiari e questo è un dramma che dovremmo cercare di contrastare.
Ma perché i nonni sono tanto importanti? Ecco qualche spunto di riflessione su queste figure:

  • punti di vista diversi: i nonni, grazie al grado di coinvolgimento emotivo differente da quello di mamma e papà, sono capaci di guardare ai propri nipoti con occhi diversi;
  • gioia e pazienza: i nonni, solitamente, hanno meno impegni dei genitori e dedicano con gioia il proprio tempo ai nipoti, impiegandolo per giocare o raccontare la loro vita e le loro fiabe preferite;
  • presenza educativa: dai racconti dei loro tempi al temperamento indulgente, i nonni sono un punto di riferimento educativo molto prezioso. I loro insegnamenti sono diversi da quelli della scuola e della famiglia, ma arricchiscono ugualmente l’anima dei più piccoli.

Insomma, queste figure non si sostituiscono a mamma e papà (né dovrebbero farlo); tuttavia, proprio come la scuola e le altre agenzie educative, anche i nonni possono lasciare dei ricordi positivi e indelebili nell’anima dei propri nipotini: ecco perché la relazione con i nonni è tanto preziosa, al punto che andrebbe coltivata come un tesoro.

Naturalmente, è impossibile generalizzare: ci sono nonni e nonni, proprio come ci sono genitori e genitori. Qualcuno sarà più predisposto al contatto emotivo con i nipotini, qualcun altro invece sarà più restio. Esiste un libricino simpatico, intitolato “Essere nonni” (Red!, 2016), che ci viene in aiuto con giochi, ricette e attività “per vivere con gioia accanto a un nipotino“; potete acquistarlo qui