LA LETTERA

La lettera è una forma di testo scritto utilizzata per comunicare un messaggio ad una persona distante.

OGNI LETTERA HA:

  • un mittente, ovvero la persona che scrive la lettera;
  • un destinatario, ovvero la persona a cui la lettera è indirizzata; il destinatario può essere una singola persona, un gruppo di persone o un’organizzazione.

STRUTTURA DI UNA LETTERA

  • Luogo da cui si scrive
  • Data
  • Intestazione (es. Cara mamma, oppure Gentile Signor Rossi, etc.)
  • Messaggio
  • Saluto
  • Firma del mittente
  • Post Scriptum o PS: non è obbligatorio e si utilizza per aggiungere al messaggio delle informazioni che avevamo dimenticato o tralasciato.

TIPI DI LETTERA

Una lettera può essere:

  • Confidenziale, se è indirizzata a un amico, a dei familiari o ad una persona con cui si è in confidenza; la lettera confidenziale utilizza un linguaggio colloquiale.
  • Formale, se è indirizzata a un’azienda, al proprio datore di lavoro o a persone con le quali non si ha confidenza e con le quali abbiamo un rapporto formale (di lavoro o collaborazione); il linguaggio della lettera formale non è confidenziale. Inoltre, nelle lettere formali si utilizzano alcune formule di cortesia (alcune di queste formule sono l’utilizzo di Egregio Signor … o Spettabile …  per l’intestazione e Distinti Saluti o Cordialmente come formula di saluto).

UNA FORMA PARTICOLARE DI LETTERA: L’EMAIL

Un tempo le lettere venivano scritte a mano (o con la macchina da scrivere) e spedite fisicamente al destinatario. Oggi, grazie alle nuove tecnologie, comunicare è diventato più semplice e veloce. In particolare, la lettera cartacea è stata affiancata dall’email.
Grazie ai programmi di posta elettronica (email significa proprio posta elettronica e nasce dall’abbreviazione di electronic mail in e-mail o email; mail in inglese significa posta) possiamo scrivere una lettera con il computer e inviarla in una manciata di secondi.

Per scrivere una email dobbiamo tenere a mente le regole e la struttura della lettera. Ci sono però alcune differenze:

  • per inviare la mail non ci serve l’indirizzo a cui spedire, ma l’indirizzo di posta elettronica del nostro destinatario (il nostro indirizzo, ad esempio, è portalebambini@gmail.com); gli indirizzi email si riconoscono facilmente perché contengono la chiocciola @, che separa il nome del destinatario (a sinistra) dal nome del servizio email che utilizza (a destra).
  • quando si scrive una email bisogna compilare il campo “Oggetto”, nel quale dobbiamo riassumere in forma breve l’argomento della mail. Se stiamo scrivendo alla maestra per richiedere un colloquio con lei, ad esempio, l’oggetto della email potrebbe essere “Richiesta Colloquio – Famiglia Rossi”. Il campo Oggetto è molto importante perché sono le prime parole che il destinatario leggerà della nostra lettera: aiutiamolo a capire da subito l’argomento di cui parleremo.

Nella stesura della email, invece, dovremo procedere esattamente come nel caso di una lettera, a seconda che si tratti di un messaggio confidenziale o formale.

DALLA LETTERA ALLA CHAT

Negli ultimi anni anche le email hanno perso popolarità, sostituite dai servizi di messaggistica istantanea, conosciuti anche come chat. La caratteristica di un servizio di messaggistica istantanea è quella di utilizzare una rubrica di contatti personalizzata: la persona a cui scriveremo, in questo modo, saprà già chi siamo. Questi strumenti sono particolarmente utili nel caso dei messaggi confidenziali: infatti, ci permettono di risparmiare tempo e di rendere la scrittura più immediata.

La forma dei messaggi inviati in chat è diversa da quella di una lettera. Infatti, il testo sarà ridotto a:

  • Breve saluto (ciao mamma, ciao Luca)
  • Messaggio
  • Saluto

Ricorda: negli ultimi anni molte aziende e organizzazioni hanno aperto dei canali di messaggistica istantanea. Se invii un messaggio formale, dovrai strutturarlo come una lettera o una email formale e non come un messaggio confidenziale.