LASCIAMO CHE I BAMBINI SI ASSUMANO LE PROPRIE RESPONSABILITA’

Come affrontare il tema della responsabilità in famiglia? Secondo l’educazione democratica di Alexander Neill, i genitori dovrebbero limitarsi ad evitare che i bambini si facciano male in modo serio.
Ecco il resoconto della sua esperienza a Summerhill (la Summerhill School, scuola basata sui principi della pedagogia libertaria, fondata da Neill nel 1921 e attiva ancora oggi):

In molte famiglie l’io dei bambini viene soffocato perché i genitori trattano i figli come perpetui lattanti. Ho conosciuto una ragazza di quattordici anni alla quale i genitori, per sfiducia, non permettevano nemmeno di accendere il fuoco. I genitori, con le migliori intenzioni, tendono ad allontanare dai figli qualsiasi responsabilità…
A Summerhill non domandiamo ai bambini di cinque anni se vogliono o no il parafuoco. Non domandiamo ad un bambino di sei anni che ha la febbre se vuole uscire o no. E nemmeno domandiamo ad un bambino esausto se vuole andare a letto o meno. Non si deve chiedere ad un bambino ammalato il permesso di dargli le medicine. Ma l’imporre l’autorità ad un bambino piccolo, un’autorità necessaria, non deve mai venire in conflitto con il principio che al bambino si deve dare tutta la responsabilità che alla sua età è in grado di accettare. Nel determinare che grado di responsabilità si deve dare ad un bambino, i genitori devono fare un esame di coscienza. Devono prima di ogni altra cosa esaminare se stessi.
I genitori che non permettono ai bambini di scegliersi da soli i vestiti, lo fanno in genere perché pensano che questi possano sceglierli non consoni alle condizioni sociali dei genitori. I genitori che censurano le letture dei loro figli, o i loro spettacoli cinematografici, o i loro amici generalmente tentano di imporre ai figli le loro idee in maniera coercitiva. Questi genitori adducono semplicemente come scusa la pretesa di sapere quale sia il meglio, mentre ciò che li spinge a comportarsi in questo modo è facilmente il desiderio inconscio di esercitare qualche forma di autoritarismo. Nel complesso i genitori dovrebbero concedere ai figli tutta la responsabilità possibile, con il dovuto riguardo alla loro sicurezza personale. Solo in questo modo svilupperemo in loro la fiducia di sé“.

FONTI

  • A. S. Neill, Summerhill: un’esperienza educativa rivoluzionaria, Rizzoli, 1979