Diciamo spesso che è importante essere un esempio e che, solo vedendo le nostre azioni, più che ascoltando le nostre parole, i bambini apprenderanno il nostro sistema di valori.

C’è un campo di azione dove questa frase si applica molto concretamente e permette di mettere in pratica tanti degli spunti di riflessione che abbiamo proposto di recente: la gestione economica della famiglia. Saper capire il significato, di guadagno, risparmio e investimento porta inevitabilmente a capire un concetto importantissimo per la vita di adulti e bambini: il dono.

IL VALORE DEL DONO

Donare tempo, ascolto, amore incondizionato non è sempre semplicissimo. E’ difficile perché si è di corsa, si è stanchi, si è carichi di aspettative. Più volte ci siamo detti; perché non rallentare? Oggi aggiungiamo un tema alla riflessione: perché non donar-ci? Proviamo a trovare il tempo di riscoprire il senso di regalare qualcosa di nostro, anche solo un sorriso, a chi ci sta intorno. Facile? No, affatto. Siamo pieni di preoccupazioni, di impegni, di cose a cui badare. Come possiamo anche trovare il tempo per un sorriso?

Se sei arrivata/o fino a qui, occorre fare un passo indietro. Se il dono fosse davvero gratuito, non avrebbe significato. Il dono nasce dopo che si sono compiute una serie di azioni volte a renderlo prezioso: lavorare, fare sacrifici, perseguire obiettivi, sono tutte attività che ci portano a capire, se ben vissute, quanto sia importante e prezioso ogni cosa che riceviamo. Chi ha trovato tempo per noi, ha sottratto tempo ad altre attività, magari riorganizzando la propria giornata.

E’ qui che volevamo arrivare. Spesso regaliamo molto ai nostri figli: giochi, attività, vacanze. Ma siamo sicuri che siano veri doni? Sicuramente lo sono nelle nostre intenzioni, dato che per loro vorremmo sempre il meglio. La domanda più profonda che vogliamo portare alla vostra attenzione è invece un’altra: siamo sicuri che i bambini capiscano davvero quanto contano per noi quei doni? Quanto rappresentino un sacrificio che, per quanto piccolo, abbiamo fatto per loro? Provate a pensarci. Non stiamo forse regalando troppo? In una società dove si ha tutto, si sta perdendo il senso di quello che si offre, lo si sta banalizzando.

RISCOPRIAMO L’EDUCAZIONE FINANZIARIA

Tranquilla/o, non ci metteremo, almeno non oggi, a raccontarti come gestire al meglio i budget familiari. Quello che vorremmo proporti è invece di lavorare su quattro concetti cardine dell’economia, che dovremmo portare nel nostro esempio quotidiano: investimento, guadagno, risparmio e dono. L’economia, se ci pensi, si basa su questi quattro pilastri, prima ancora che sulle politiche monetarie e sugli andamenti finanziari.

Vogliamo proporti di lavorare insieme ai bambini sui quattro concetti che ti abbiamo proposto. Anzi, sui 3 + 1. Il nostro obiettivo è di arrivare a capire l’importanza del dono, passando attraverso investimento, guadagno e risparmio. Per farlo, vi proponiamo un esercizio molto semplice.

COACHING CREATIVO PER IMPARARE A DONARE

Hai un salvadanaio? Beh, se non ne hai uno in casa, potresti recuperarlo o crearlo con una piccola scatola; sarà sufficiente decorarla e aprire una fessura, e si può fare anche con i bambini. Spiega che ogni azione che compiamo nel quotidiano ha un valore, positivo o negativo che sia. Per compiere queste azioni bisogna investire su se stessi. Il risultato sarà un guadagno.

Chiedi ai bambini di focalizzarsi su una cosa che vorrebbero imparare o individua noi una cosa che vorremmo insegnargli (ad esempio allacciarsi le scarpe, oppure chiudere una cerniera, imparare una tabellina). Decidete insieme di provare ad allenarvi per un po’ di giorni con costanza, stabilendo un tempo minimo ogni giorno. Quando riusciranno autonomamente, premia questo sforzo con un biglietto su cui sarà disegnato un cuore.

Al raggiungimento di cinque cuori, ma possono essere di più o di meno a seconda di come preferite, i bambini potranno scegliere di fare con te qualcosa che gli piace.

Volutamente non abbiamo inserito l’elemento monetario per allenarci solo sul guadagno, risparmio, dono, collegati al “tempo donato”. Ma, volendo, soprattutto con i più grandicelli, potrebbe essere utile allenarsi ad un corretto utilizzo della paghetta, dando un soldino come premio per un’azione responsabile e insegnando a risparmiare ed investire in qualcosa che ritengono piacevole, ma solo dopo aver guadagnato abbastanza da poterlo comprare. Sembrano attività banali, ma, se ci pensi, si sono un po’ perse negli anni. Forse vale la pena rispolverare il caro vecchio salvadanaio e usarlo insieme. Che ne dici?

Pin It on Pinterest