Il Fimo è una pasta sintetica, creata dall’azienda Staedtler, utilizzata per la modellazione di piccoli oggetti. La sua consistenza estremamente duttile consente di realizzare anche dettagli molto piccoli, per cui il Fimo ben si presta ad essere utilizzato per gli articoli di bigiotteria, orecchini, collane o pupazzetti.

Il Fimo ha la caratteristica di essere termoindurente e deve cuocere in forno o a bagnomaria, anche se quest’ultima pratica è molto meno diffusa. Questa pasta di trova in commercio in diversi colori e tipologie.

ALLA SCOPERTA DEL FIMO

LE TIPOLOGIE DI FIMO IN COMMERCIO

Oggi la pasta Fimo è disponibile in numerose varietà e colori. Per iniziare è consigliabile sperimentare il Fimo Soft, più facile da modellare. Tra le colorazioni disponibili troviamo i toni metallizzati, il granito (una pasta effetto pietra), trasparente (simile a vetro colorato, fluorescente, perlato e marmorizzato.

Il Fimo Soft permette di acquisire dimestichezza, per poi passare ad esempio al Fimo Professional: pasta molto consistente, adatta a lavori di precisione, come murrine, braccialetti, collanine e portachiavi.

Esistono poi il Fimo Kids, adatto ai bambini e Professional Doll Art, per creare bambole con effetto porcellana.

EFFETTI CROMATICI SUL FIMO

Il Fimo è venduto in pani colorati, ma può essere colorato a piacimento una volta cotto, applicando colori acrilici o vernici lucide fissative appositamente create per questo prodotto (i normali fissativi per colori acrilici non funzionano sul FIMO e possono causare “effetto colla”).

Per ottenere tonalità più velate o sfumature, è possibile aggiungere ombretti in polvere alla pasta neutra prima della cottura o, in alternativa, terre o polvere di gesso.

COME SI LAVORA IL FIMO

Il Fimo si può modellare con le mani per realizzare semplici forme, oppure può essere scolpito con gli attrezzi appositi. Per quanto riguarda gli strumenti da lavoro, in commercio ne esistono di specifici, per modellare, tagliare e anche realizzare gioielli.

Invece di acquistare strumenti specifici,  specialmente per chi è alle prime armi, si possono utilizzare semplici taglierini, stuzzicadenti e altri oggetti già disponibili in casa o in cucina, per aiutarsi a modellare le forme da realizzare.

LA COTTURA DEL FIMO

Come dicevamo, il Fimo è termoindurente e va cotto in forno ad una temperatura variabile tra i 110 e i 130°C. La fase di cottura è molto delicata e va affrontata con estrema attenzione. Il tempo di cottura varia in base alle dimensioni dell’oggetto: da dieci minuti a un’ora di cottura. Chiaramente più l’oggetto è piccolo, meno tempo va tenuto in forno.

Esistono fornetti appositamente pensati per la cottura del Fimo. Questa soluzione è molto consigliata, perchè il Fimo, ad alte temperature (superiori a 150°) può rilasciare sostanze tossiche che possono depositarsi nel forno e renderlo così nocivo per le operazioni successive di “ordinaria” cucina. E’ consigliabile, inoltre, mettere sotto gli oggetti modellati della carta da forno, durante la cottura.

CONSIGLI UTILI

  • se dopo qualche tempo il Fimo si è indurito, potete riportarlo alla consistenza originaria utilizzando Fimo Mix Quick oppure aggiungendo qualche goccia di olio d’oliva od olio per il corpo
  • se invece il Fimo risulta troppo morbido, potete aggiungere del borotalco

ACQUISTARE IL FIMO ONLINE: PREZZI E IDEE

Di seguito trovate le soluzioni migliori e più convenienti per acquistare il Fimo online, su amazon.it. Sottolineiamo che Portale Bambini suggerisce i prodotti su Amazon.it in modo indipendente, al 100%: non stiamo pubblicizzando nessun prodotto o produttore in particolare; proprio per questo utilizziamo come piattaforma per i nostri (e i vostri) acquisti il più grande marketplace online al mondo per varietà. 

I PANETTI DI FIMO

Per i bambini, le confezioni di Fimo kids sono ideali per un primo approccio: costano poco più di 10€ ed includono, oltre ai panetti di Fimo, anche un libricino a colori con le istruzioni per realizzare varie miniature con la pasta. Ogni confezione propone diversi lavori, in ordine di difficoltà crescente.

Questi kit contengono anche uno strumento per scolpire, dunque non ci sarà bisogno di null’altro per cominciare a fare arte col Fimo!

FIMO KIDS > scopri questo set di Fimo Kids

Come vi abbiamo già suggerito, il Fimo Soft è la varietà più facile da modellare, adatta ai principianti. In commercio si trova un comodo starter pack che include 12 panetti colorati con cui potremo realizzare perline, miniature e altri piccoli oggetti.

FIMO SOFT > scopri lo starter pack in offerta su Amazon.it

GLI ACCESSORI

Gli strumenti per scolpire e modellare il Fimo sono il primo accessorio del quale sentirete la necessità; esistono decine di kit differenti, pensati per le varie tipologie di artisti. Noi ve ne proponiamo uno prodotto da Staedtler, pensato per piccoli artisti e dall’ottimo rapporto qualità/prezzo.

ACCESSORI PER MODELLARE > in offerta su Amazon.it

Un altro accessorio che molti utilizzano è un piccolo forno elettrico per la cottura. In realtà non esiste un “forno per Fimo” vero e proprio: si utilizzano i forni elettrici di piccole dimensioni in commercio. Si tratta di elettrodomestici a buon mercato: sarà sufficiente un modello basilare, senza particolari funzioni, che si può trovare ad un prezzo compreso tra 20 e 40€.

Avere un piccolo forno appositamente per la cottura del Fimo vi permetterà di risparmiare energia, ma anche di cuocere senza preoccuparvi degli eventuali residui tossici nel vostro forno di casa!

forno per fimo

FORNO ELETTRICO LOW COST > scoprilo su Amazon.it

IDEE CREATIVE CON IL FIMO

Con il Fimo si possono realizzare i più svariati lavori creativi: perle, miniature, riproduzioni di fiori e piccola oggettistica. L’unico limite è quello costituito dalla nostra fantasia, e dalla quantità di pasta modellabile che avete a disposizione.

Qui sotto trovate due proposte per cominciare, adatte tanto ai grandi quanto ai più piccoli. Buon divertimento!

PERLINE MULTICOLORE

Cosa ci serve:

  • pasta di Fimo di vari colori
  • coltello
  • carta da forno
  • smalto trasparente per fimo
  • filo di ferro
  • stuzzicadenti

Come si fa:

  • Tagliate un pezzo di carta da forno su un ripiano e fermatelo con dei piccoli pesi ai quattro lati
  • Staccate tanti piccoli pezzetti di fimo dal panetto principale, scegliendo la misura più consona alle vostre esigenze
  • Modellate un pezzetto di Fimo realizzando con le mani piccole forme sferiche; potete anche mischiare un paio di colori insieme per ottenere un effetto multicolore
  • Una volta formata la perlina, dovrete bucarla con lo stuzzicadenti, realizzando il foro attraverso cui passerà il fil di ferro
  • Procedete con la cottura che durerà 20 minuti circa in un forno preriscaldato a 110°
  • Una volta cotte, le perline potranno essere rifinite con la vernice lucida ed infilate nel fil di ferro

PUPAZZI IN MINIATURA

Il Fimo si presta ad essere modellato per realizzare pupazzetti, come ad esempio gnomi, bamboline e folletti. Per iniziare scegliete un soggetto stilizzato; nel tempo, facendo pratica, potrete aggiungere dettagli.

Cosa ci serve:

  • Fimo soft bianco, nero, marrone, verde (chiaro e scuro), rosa confetto, fragola.
  • Lucido trasparente e pennellino (facoltativo)
  • Cutter

Come si fa:

  • Lavorate il fimo bianco con un po’ di rosa, formando una pallina per la faccia
  • Dal nero ricavate due minuscole palline per gli occhi, che vanno completate con due punti luce bianchi, più piccoli delle pupille
  • Con il rosa confetto create due mini-ellissi e applicatele in corrispondenza delle guance, appena sotto gli occhi
  • Per completare il viso del folletto modellate due forme triangolari uguali, sempre con la tonalità dell’incarnato, serviranno per le orecchie a punta
  • Appiattite un pezzo di fimo marrone e applicate la calotta sulla testa
  • Per il corpo sarà sufficiente modellare un pezzo di fimo fragola, di poco più grande rispetto alla testa, in modo da ottenere un ovale
  • Montate il folletto posizionando delicatamente la testa, facendo attenzione a non deformarla. Con il marrone completate i capelli arrotolando su se stessi due salsicciotti

Qui sotto, un’immagine esemplificativa, da cui prendere spunto.

   

Pin It on Pinterest