Programmi di inglese per la Scuola Primaria

Obiettivo: al termine del ciclo della Scuola Primaria, gli studenti devono raggiungere il Livello A1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue Comunitarie.
Il British Council descrive così le competenze che rientrano in questo livello: “Level A1 corresponds to basic users of the language, i.e. those able to communicate in everyday situations with commonly-used expressions and elementary vocabulary“.

Di seguito puoi trovare gli obiettivi di apprendimento così come vengono descritti dalle “Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione” (che, a partire dal 2012, costituiscono le linee guida di riferimento per tutte le scuole italiane):

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO (CLASSE TERZA)

  • Ascolto (comprensione orale): Comprendere vocaboli, istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano, pronunciati chiaramente e lentamente relativi a se stesso, ai compagni, alla famiglia.
  • Parlato (produzione e interazione orale): 1) Produrre frasi significative riferite ad oggetti, luoghi, persone, situazioni note, 2) Interagire con un compagno per presentarsi e/o giocare, utilizzando espressioni e frasi memorizzate adatte alla situazione.
  • Lettura (comprensione scritta): Comprendere cartoline, biglietti e brevi messaggi, accompagnati preferibilmente da supporti visivi o sonori, cogliendo parole e frasi già acquisite a livello orale.
  • Scrittura (produzione scritta): Scrivere parole e semplici frasi di uso quotidiano attinenti alle attività svolte in classe e ad interessi personali e del gruppo.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO (CLASSE QUINTA)

  • Ascolto (comprensione orale): 1) Comprendere brevi dialoghi, istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano se pronunciate chiaramente e identificare il tema generale di un discorso in cui si parla di
    argomenti conosciuti, 2) Comprendere brevi testi multimediali identificandone parole chiave e il senso generale.
  • Parlato (produzione e interazione orale): 1) Descrivere persone, luoghi e oggetti familiari utilizzando parole e frasi già incontrate ascoltando e/o leggendo, 2) Riferire semplici informazioni afferenti alla sfera personale, integrando il significato di ciò che si dice con mimica e gesti, 3) Interagire in modo comprensibile con un compagno o un adulto con cui si ha familiarità, utilizzando espressioni e frasi adatte alla situazione.
  • Lettura (comprensione scritta): 1) Leggere e comprendere brevi e semplici testi, accompagnati preferibilmente da supporti visivi, cogliendo il loro significato globale e identificando parole e frasi familiari.
  • Scrittura (produzione scritta): Scrivere in forma comprensibile messaggi semplici e brevi per presentarsi, per fare gli auguri, per ringraziare o invitare qualcuno, per chiedere o dare notizie, ecc.
  • Riflessione sulla lingua e sull’apprendimento: 1) Osservare coppie di parole simili come suono e distinguerne il significato, 2) Osservare parole ed espressioni nei contesti d’uso e coglierne i rapporti di significato, 3) Osservare la struttura delle frasi e mettere in relazione costrutti e intenzioni comunicative, 4) Riconoscere che cosa si è imparato e che cosa si deve imparare.

Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria per la lingua inglese:

  • L’alunno comprende brevi messaggi orali e scritti relativi ad ambiti familiari;
  • Descrive oralmente e per iscritto, in modo semplice, aspetti del proprio vissuto e del proprio ambiente ed elementi che si riferiscono a bisogni immediati;
  • Interagisce nel gioco; comunica in modo comprensibile, anche con espressioni e frasi memorizzate, in scambi di informazioni semplici e di routine;
  • Svolge i compiti secondo le indicazioni date in lingua straniera dall’insegnante, chiedendo eventualmente spiegazioni;
  • Individua alcuni elementi culturali e coglie rapporti tra forme linguistiche e usi della lingua straniera

IL PROGRAMMA DI INGLESE TRA MITO E REALTÀ

Secondo le indicazioni, i bambini, al termine della classe quinta, dovrebbero essere in grado di comunicare in modo efficace – benché elementare – nella vita quotidiana. Ad esempio: chiedere il permesso di giocare e le regole di un gioco a dei coetanei, chiedere da mangiare e da bere, chiedere di andare in bagno.
Ma queste abilità comunicative sono trasmesse in modo efficace dalla scuola? Purtroppo no, come si evince dai risultati dei test Invalsi. La preparazione dei nostri studenti è ancora insufficiente e, soprattutto, eccessivamente legata allo studio mnemonico del vocabolario.

RISORSE PER L’INGLESE SUL NOSTRO SITO

Su Portale Bambini potete trovare una raccolta di risorse per l’insegnamento della lingua inglese nella Scuola Primaria. Le abbiamo progettate per favorire un utilizzo interattivo e per stimolare le conversazioni in inglese, vera e propria lacuna del nostro insegnamento. Scoprile tutte, nella pagina dedicata alle schede didattiche in inglese.

FONTI