Invece, essendo povero, ho soltanto sogni;
e i miei sogni ho steso sotto i tuoi piedi;
cammina leggera, perché cammini sui miei sogni.
W. B. Yeats

L’IMPORTANZA DEL DISEGNO INFANTILE

I disegni dei bambini racchiudono una moltitudine di emozioni, il loro mondo. Il loro fare arte e i loro Iavori artistici spontanei oltre ad essere una piacevole attività sono una porta aperta per creare una comunicazione con l’ ambiente e con le persone.

Il disegno è prima di tutto un mezzo che fornisce ai bambini uno strumento altro per potersi esprimere oltre alle parole. Si può paragonare al sogno perché come il sogno è linguaggio dell’inconscio e si può paragonare al gioco perché è uno spazio potenziale di creatività e dunque di benessere psicologico.

Donald Winnicott , famoso psicoanalista e pediatra inglese sosteneva che la creatività è salute perché da la possibilità ai bambini di “ricreare il mondo”. Con il disegno il bambino si “ricrea il suo mondo” sul foglio, crea un suo spazio di salute e di benessere.

Le loro creazioni artistiche, i loro disegni non sono solo un mezzo per esprimersi ma sono anche una finestra aperta sui loro pensieri, sulle fantasie ,sulle paure e sulla loro percezione della realtà.

Un semplice disegno fatto anche con materiali semplici esprime la percezione e le riflessioni che il bambino ha in quel preciso momento dell’ambiente che lo circonda. A differenza degli adulti i bambini sono più spontanei e temono meno il giudizio. Tutta l’arte delle avanguardie artistiche, dall’espressionismo al cubismo, guarda alle immagini dell’arte infantile con invidia e nostalgia, come a un paradiso perduto.

LE ORIGINI DEL DISEGNO INFANTILE

Per potersi addentrare anche un poco nel mondo del disegno infantile è importante porsi una prima domanda:

  • Che cosa spinge un bambino a disegnare ?

Secondo Cathy Malchiodi, la più famosa arte terapeuta americana le immagini infantili possono nascere:

  • dalla memoria
  • dalla fantasia
  • dalla realtà

Per disegni “a memoria” si intende ciò che il bambino ricorda dell’oggetto , dell’animale o della persona che gli è stato chiesto di disegnare. Questa tipologia di disegno non è facile sempre per il bambino, dipende molto dall’età. Partire invece da una semplice fotografia o immagine, può portare degli ottimi risultati, la fantasia dei bambini non ha limiti , e a volte basta un semplice spunto per creare un disegno originalissimo.

I disegni “a partire dalla fantasia”, invece, sono quelli in cui il bambino disegna qualcosa di completamente inventato, come storie o immagini di personaggi. Costruire un’immagine partendo da qualcosa di completamente fantasioso, è più facile per bambini piccoli ma più difficile per bambini più grandi.

Il disegno “dalla realtà”, cioè riprodurre tutto ciò che passa davanti agli occhi invece è una tecnica artistica che interessa più i grandicelli, (preadolescenti, adolescenti) in quanto nel loro stadio evolutivo grafico si preoccupano di fare disegni accurati .

IL DISEGNO COME PROCESSO

Il disegno è la produzione di forme con linee, figure immagini. Disegnare implica sia il processo (la produzione artistica ) che il prodotto ( l’espressione artistica completata ).

A volte si tende a dare piu importanza al prodotto artistico finito che non al processo che ha portato alla creazione . In realtà tutti e due gli aspetti del disegno sono importanti. Ci sono bambini che iniziano un disegno e non lo finiscono ,ma questo può essere funzionale e può andare bene cosi.Il bambino ha comunque sperimentato il piacere di lasciare segni e di creare qualcosa di suo.

L’IMPORTANZA DELL’AMBIENTE E DEI MATERIALI

Perché i bambini riescano a disegnare è importante che abbiano un luogo e dei materiali idonei. Le caratteristiche delle matite o dei pastelli e le modalità che gli adulti hanno di usare questi materiali influenzano i disegni dei bambini, ad esempio se vengono offerti colori e pastelli abbastanza vari ci sarà maggiormente la possibilità che i disegni siano ricchi e originali . Più colori il bambino può usare e più tipi di carta ha a disposizione e maggiormente potrà dare spazio alla sua fantasia.

Anche l’ambiente in cui dove si sperimenta con i materiali artistici ha una sua importanza, per il bambino deve essere un luogo sicuro. Spesso i bambini a casa amano disegnare anche in luoghi inconsueti, sotto i letti o sotto i tavoli, perché percepiscono quel luogo più sicuro. Ogni adulto dovrebbe avvicinarsi al disegno di un bambino con curiosità e rispetto , vedere ogni disegno come una finestra su un paesaggio unico e originale da scoprire.

Anche il ricordo che noi adulti abbiamo dei nostri primi esperimenti artistici è importante, ricordi e storie di libricini colorati regalati, di creazioni non finite nascoste , di angoli remoti scovati in casa per poter creare in libertà. Momenti di solitudine preziosa nei bambini, ricordi commoventi per adulti: dietro ogni disegno c’è un mondo da scoprire.

a cura della dott. sa Melania Cavalli, arteterapeuta

BIBLIOGRAFIA

ARIETI S. (1990), Creatività. La sintesi magica, Il Pensiero Scientifico
DE MICHELI M. (2014), Le avanguardie artistiche del Novecento, Feltrinelli
FERRARIS A. O. (2012), Il significato del disegno infantile, Bollati Boringhieri
MALCHIODI C. A. (2000), Capire i disegni infantili, Centro Scientifico Editore
WINNICOTT D. (1970), Gioco e realtà, Armando Editore

 

 

 

Pin It on Pinterest