L’australopiteco è un ominide che comparve sulla Terra 4 milioni di anni fa. È il genere di ominide più antico che sia mai stato ritrovato finora.

Ecco la successione degli ominidi in ordine cronologico, dal più antico fino a noi:

Australopiteco > Homo Habilis > Homo Erectus > Uomo di Neanderthal > Homo Sapiens (noi)

AUSTRALOPITECO: DOMANDE E RISPOSTE

Cos’è l’australopiteco? L’australopiteco è una specie estinta, appartenente alla famiglia degli ominidi.

L’australopiteco è un antenato dell’uomo? Non proprio: l’uomo appartiene al genere Homo, mentre l’australopiteco al genere Australopitechus. Entrambi, però, sono ominidi, ovvero scimmie che camminano in posizione eretta e dotate di pollici opponibili. Tra i più antichi antenati dell’uomo troviamo invece Homo Habilis.

Dove vissero gli australopitechi? Gli australopitechi vissero in Africa.

Cosa mangiavano gli australopitechi? Gli australopitechi avevano una dieta onnivora: si nutrivano di bacche, frutti e radici ma anche di carne, pesce e uova.

Come vivevano gli australopitechi? Gli australopitechi vivevano in piccoli gruppi, che sfruttavano i ripari naturali come alberi e grotte. L’australopiteco non era in grado di utilizzare il linguaggio, come noi.

australopiteco

Clicca qui per stampare questa scheda sull’australopiteco da ritagliare e colorare.

L’AUSTRALOPITECO LUCY

Nel 1974, quattro archeologi ritrovarono in Etiopia uno scheletro appartenente ad un Australopitechus Afarensis: si trattava di una donna, di circa 18 anni di età. Gli archeologi la ribattezzarono Lucy, in onore di una canzone dei Beatles.

Lucy era alta poco più di 1 metro e aveva un peso compreso tra 30 e 40 kg.

Il ritrovamento di Lucy è molto importante perché gli archeologi trovarono il suo scheletro quasi intatto: questo permise di capire con precisione la forma, l’aspetto e le abitudini degli australopitechi.

 

Pin It on Pinterest