Dieci consigli che vi aiuteranno a gestire la vita online dei vostri figli

decalogo digitale

Da: Il Metodo Danese per giocare con tuo figlio in modo sano e intelligente, Newton Compton Editori, 2020
(Jessica Joelle Alexander con Camilla Semlov Andersson)

 

  1. Interessatevi alla vita online dei vostri figli. Fate domande e mostrate interesse per le loro attività. Se prendete parte in prima persona alle attività sui social o giocate agli stessi giochi dei vostri figli, avrete la possibilità di guidaril nella comunicazione. Non significa che dovreste monitorarli, ma è importante mostrare interesse verso la loro vita online e intavolare un dialogo continuo sui problemi e sulle possibilità che possono emergere.
  2. Ricordate che i nostri ragazzi usano la tecnologia per i nostri stessi motivi (quindi, niente giudizi): cercando informazioni, leggono notizie, risolvono problemi, cercano intrattenimento, giocano, si rilassano e restano in contatto con gli amici.
  3. Fate domande sui loro amici online e sulle loro esperienze sui social media proprio come le fareste sugli amici e le esperienze a scuola o dopo scuola. Aiutateli a risolvere i conflitti come fareste nel mondo reale e ricordate che anche nel mondo digitale ritrovano un senso di appartenenza.
  4. Pensate meno a cronometrare il tempo che trascorrono allo schermo e più alla qualità dei giochi online. Se vedessimo i nostri figli intenti a leggere, inventare o studiare non saremmo così turbati dalla quantità di tempo che impiegano. Quindi, aiutiamoli a trovare videogiochi validi e attività educative di qualità.
  5. Noi siamo il loro esempio. Adottate le stesse abitudini rispettose che vorreste vedere nei vostri figli? Di seguito trovate una lista di domande da tenere a mente. I bambini ci imitano, quindi diamogli qualcosa di buono da imitare.
  6. Parlate di buone abitudini e di regole generali online con i vostri figli. […]
  7. Cercate informazioni sui social e sui giochi per cui i nostri figli vorrebbero aprire un profilo. Se voi non avete un profilo social e non giocate ai video-game potrete incontrare difficoltà a seguirli se usano termini legati allo slang come follower o taggare. I bambini hanno bisogno del sostegno dei genitori soprattutto quando sono alle prime armi col mondo digitale e social. Non dovremmo mai lasciarli da soli quando giocano o usano il tablet. Dobbiamo prenderci il tempo di imparare. Ricordatevi: don’t say no, but know.
  8. Informateli sull’esistenza delle tracce digitali. Ogni volta che visitano un sito o cliccano su link ad altri siti oppure condividono informazioni, foto o commenti, tutti i dati vengono raccolti e resta una traccia digitale. Non possiamo mai essere sicuri al 100% che ciò che postiamo, pubblichiamo o guardiamo venga cancellato, dunque dovrebbero essere molto critici su ciò che postano e cercano.
  9. Non comprare app senza prima chiedere. Parlate delle conseguenze delle “offerte” delle app e dello spreco di soldi che ne deriva. Molti telefoni prevedono un blocco che impedisce di acquistare app senza un codice. È anche possibile impostare telefoni e tablet sulla funzione “In famiglia”, con cui si possono stabilire restrizioni sull’acquisto delle app.
  10. Rispettate le zone “media free”. Sono momenti in cui spegniamo i dispositivi ed è importante che li rispettino tutti, soprattutto gli adulti. Magari avverrà durante i pasti, durante il “gioco” o in un momento di pace prestabilito. Si può decidere insieme come famiglia, ma è importante rispettare i periodi senza schermi.

 

Acquisti consigliati:

Il Metodo Danese per giocare con tuo figlio in modo sano e intelligente

il metodo danese per giocare con tuo figlio

Leggete anche: