Cos’è un’emozione

Tutti sappiamo cos’è un’emozione, ma sapreste spiegarlo a un bambino? Vi trovate in difficoltà? Non siete gli unici: ad oggi non esiste una definizione “universale” di emozione. Psicologi e neuroscienziati hanno proposto centinaia di teorie, ma nessuna di queste è stata adottata dalla maggioranza della comunità scientifica. La verità è che le emozioni sono talmente complesse che è molto difficile darne una definizione precisa ed esaustiva.

ATTIVITÀ N. 1

Per cominciare il nostro percorso di educazione emotiva in classe si potrebbe partire proprio da qui, chiedendo ai bambini:

  1. Cos’è un’emozione?
  2. Prova a spiegarlo con un esempio.

Queste domande si prestano sia ad un momento di riflessione in circle time che ad un lavoro scritto sul quaderno. È importante permettere ai bambini di utilizzare esempi tratti dalla loro esperienza.

Caratteristiche di un’emozione

Come abbiamo detto, non esiste una definizione universale di emozione. Tuttavia, ci sono alcuni capisaldi comuni alle varie teorie, che ci permettono di analizzare le dimensioni e gli effetti concreti degli stati emotivi. Saranno questi i pilastri su cui costruiremo il nostro percorso di educazione emotiva:

  1. Le emozioni sono stati mentali;
  2. Le emozioni sono causate da un evento esterno o interno a noi;
  3. Le emozioni causano risposte fisiche e psicologiche;
  4. Le emozioni possono essere piacevoli o spiacevoli;
  5. Le emozioni hanno una durata breve;
  6. Le emozioni influenzano il nostro comportamento;
  7. Ognuno di noi reagisce in modo diverso alle emozioni.

ATTIVITÀ N. 2

Anche queste affermazioni meritano un momento di approfondimento: è possibile organizzare un piccolo momento di discussione per ciascuna di esse; ecco alcune domande guida:

  1. Pensa a un’emozione che hai provato in passato; prova a descriverla.
  2. Cosa è successo prima che la provassi?
  3. Come hai reagito?
  4. È stata un’emozione positiva o negativa?
  5. Quanto è durata?

ATTIVITÀ N. 3

Per quest’attività dovrete utilizzare il nostro libro “Cuorfolletto e i suoi amici”. Leggete ad alta voce il racconto “La magia” (a pag. 3). Ecco alcune domande di comprensione per approfondire il tema delle emozioni:

  1. Per quale motivo Marta si rattrista?
  2. Qual è la reazione di Cuorfolletto?
  3. Qual è la reazione di Marta?
  4. Chi aiuta Marta a superare la tristezza? Come?

PER EDUCARE CON LE FAVOLE:

Per aiutare i più piccoli a riconoscere le emozioni e a coltivare le buone pratiche che ci fanno stare meglio abbiamo scritto la raccolta di racconti “Cuorfolletto e i suoi amici”.

libri cuorfolletto e i suoi amici

TORNA A:

Iscrivetevi alla newsletter per ricevere ogni settimana le nostre risorse per bambini e le novità dal mondo dell'educazione positiva. Cliccate qui! Oppure unitevi al Gruppo Telegram per ricevere lì gli aggiornamenti.