Il fiore è l’organo riproduttivo delle piante ed è composto da varie parti.

LE PARTI DEL FIORE

Questo disegno mostra chiaramente la struttura di un fiore, con tutte le sue parti:

Clicca qui per stampare questa scheda con le parti del fiore.

Dal basso verso l’altro troviamo:

  • PEDUNCOLO, che unisce il fiore ai rami della pianta;
  • SEPALI, le foglioline verdi che costituiscono la sommità del peduncolo e che, insieme, formano il CALICE del fiore.
  • PETALI, le foglie colorate del fiore, che insieme formano la COROLLA.

Gli organi riproduttivi del fiore sono:

  • STAMI, gli organi maschili, simili a sottili filamenti verdi;
  • ANTERE, che si trovano all’estremità degli stami e sono ricoperte di polline;
  • PISTILLO, l’organo femminile, che si trova al centro della corolla;
  • OVARIO, la parte bassa del pistillo, di forma ingrossata;
  • STIMMA, la parte alta del pistillo, sottile e ricoperta di una sostanza viscosa.

LE PARTI DEL FIORE DA COLORARE

Qui puoi trovare due disegni di fiori da colorare. I disegni includono tutte le parti del fiore che abbiamo nominato in precedenza. Un buon esercizio è quello di chiedere ai bambini di annotare i nomi di ciascuna parte del fiore ai margini del foglio. Puoi utilizzare questi disegni come verifica sul fiore o come esercizio di ripasso e potenziamento.

Clicca qui per stampare questa scheda con le parti del fiore.

Clicca qui per stampare questa scheda con le parti del fiore.

L’IMPOLLINAZIONE

Ecco due domande chiave:

Come si riproduce una pianta? Attraverso i semi.
Dove si formano i semi? All’interno del fiore. Il fiore, infatti, è l’organo riproduttivo della pianta.

Scopriamo come, a partire da un bel fiore colorato, si formano i semi: lo faremo attraverso la storia dell’ape Gilda:

L’ape Gilda è uscita dall’alveare di buon mattino. È una grande lavoratrice e anche oggi vuole raccogliere nettare in quantità. Volando in un campo, individua subito un bel fiore rosso rubino e si tuffa a capofitto all’interno della corolla. Che profumo! E quanto nettare!
Gilda non lo sa, ma i fiori producono il nettare proprio per attirare gli insetti impollinatori come lei. Infatti, mentre l’ape si posa sugli stami per raccogliere il nettare, il polline rimane impigliato tra le sue zampe e sui minuscoli peli che ricoprono il suo corpo. Volando tra un fiore e l’altro, Gilda spargerà il polline all’interno delle loro corolle. È sufficiente che un granello di polline si posi sullo stimma del fiore per impollinarlo. Lo stimma, infatti, è coperto di vischio e il polline rimane incollato; quel polline, poi, scende all’interno del pistillo fino a raggiungere l’ovario: è lì che si forma il seme.
Gilda lavora dall’alba al tramonto e ogni giorno si posa su centinaia di fiori diversi. Pensate a quanto polline riesce a trasportare e a quanti semi fa crescere! Non è un caso che una volta, il famoso scienziato Albert Einstein abbia detto: “se l’ape scomparisse dalla faccia della terra, all’uomo non resterebbero che quattro anni di vita“.

Ecco il video con il racconto dell’ape Gilda:

Ed ecco le altre due domande chiave:

  • Come avviene l’impollinazione? Il polline che si trova sulle antere si stacca e viene trasportato fino allo stimma; poi, scende all’interno del pistillo e raggiunge l’ovario, dove si forma il seme.
  • Chi/che cosa rende possibile l’impollinazione? L’impollinazione è resa possibile grazie all’azione degli insetti e degli animali, specialmente degli insetti impollinatori. Anche il vento può trasportare il polline; questo sistema però è molto meno efficiente rispetto all’azione degli insetti.

ALTRE RISORSE SULLE PIANTE

 

Pin It on Pinterest