problem solving

Il problem solving è un processo mentale che potremmo semplicemente definire come “soluzione di un problema”. Negli ultimi anni questa locuzione inglese ha guadagnato grande popolarità divenendo un elemento centrale nel coaching aziendale e nella ricerca didattica.

Il problem solving fa parte delle competenze trasversali, o soft skill: si tratta di una competenza che gli individui possono allenare tramite la pratica e lo studio di casi empirici. Prima di cominciare, ti suggeriamo di leggere il nostro articolo “Problem solving: come ci aiuta nel rapporto con i bambini“; ti aiuterà a capire meglio come il problem solving può aiutarti nel tuo ruolo di genitore, insegnante o animatore d’infanzia.

PROBLEM SOLVING E PROBLEMI

In termini generali, il problem solving è una delle componenti cognitive che utilizziamo quando ci troviamo di fronte ad un problema, insieme al problem finding e al problem shaping. Spesso, però (per ragioni di semplicità e training) si utilizza il termine problem solving per indicare la sommatoria di tutte queste componenti.

Per risolvere un problema in modo efficace, c’è bisogno di logica e creatività in parti uguali e, soprattutto, della capacità di elaborare una strategia.

Ma cos’è un problema? Lo psicologo Gaetano Kanisza li ha definiti così: ” Un problema sorge quando un essere vivente, motivato a raggiungere una meta, non può farlo in forma automatica o meccanica, cioè mediante un’attività istintiva o attraverso un comportamento appreso“.

APPROCCI AL PROBLEM SOLVING

Esistono numerosi approcci diversi al problem solving; solitamente, utilizzano una metodologia per tappe, o passaggi, che affrontano le varie fasi della risoluzione del problema. Ciascun metodo ha vantaggi e svantaggi.

PROBLEM SOLVING STRATEGICO

Ideato dal prof. Giorgio Nardone, psicologo ed esponente della scuola di Palo Alto (una tra le scuole psicologiche e psicoterapeutiche di maggior rilevanza mondiale), questo approccio affronta il problema a partire dalla composizione e scomposizione dei suoi elementi.

PDCA

La metodologia PDCA, conosciuta anche come ciclo di Deming, è uno degli approcci più diffusi al problem solving. PDCA sta per Plan, Do, Check, Act; in italiano potremmo tradurre questo acronimo con Pianifica, Prova, Verifica, Implementa.

Questo modello ha il pregio di essere intuitivo ed efficace e di avere un buon meccanismo di correzione: le fasi Check e Act permettono di “raddrizzare il tiro” nel caso in cui la fase progettuale non sia stata troppo brillante.

COMINCIA AD ALLENARE LE TUE CAPACITÀ DI PROBLEM SOLVING

Ecco alcune risorse per cominciare da subito ad allenare le tue capacità di problem solving:

BIBLIOGRAFIA E APPROFONDIMENTO

  • ALBERTI G. E., GANDOLFI A. (2008), La pratica del Problem Solving, Franco Angeli
  • DUNKER K. (1945), On problem-solving, Psychology Monographs, trad. It. “La psicologia del pensiero produttivo”, Giunti-Barbera, Firenze
  • ENGEL A. (2008), Problem solving strategies, Springer
  • KANIZSA G. (1973), Il “problem solving” nella psicologia della Gestalt, in G. Mosconi, V. D’Urso, (a cura di), “La soluzione dei problemi”, Giunti-Barbera, Firenze
  • NARDONE G. (2013), Problem solving strategico da tasca, Ponte alle Grazie
   

Pin It on Pinterest