Quali sono le tecniche più efficaci per l’apprendimento in gruppo?

È vero che lavorando in gruppo e collaborando tra studenti si impara meglio rispetto a quanto non accadrebbe con una lezione frontale?
Sì, ma a certe condizioni: l’apprendimento in gruppo è efficace solo se tutti i membri del gruppo seguono un copione ben preciso; occorre una progettazione accurata delle sessioni di studio collettivo e un alto grado di strutturazione dei materiali; a queste condizioni, l’efficacia è dimostrata (ed è superiore a quella di una lezione frontale).

Reciprocal teaching
Questa è la tecnica più efficace per il lavoro didattico in gruppo. Dopo aver formato delle coppie o dei piccoli gruppi (3-4 individui), a turno, gli studenti “insegnano” al loro compagno o ai loro compagni uno dei materiali di studio assegnati (testi, immagini, video, brevi esercitazioni, etc.); dopo la fase di esposizione il gruppo discuterà insieme su questi materiali. Perché la tecnica funzioni è necessario strutturare molto bene il materiale di studio, in vista del compito che i ragazzi dovranno svolgere.

Peer tutoring
Uno studente viene scelto dall’insegnante per assumere il ruolo di “tutor” dei suoi compagni; lo studente tutor collaborerà con l’insegnante per presentare i materiali di studio e spiegare gli argomenti di lezione. Questo cambiamento di ruolo – ricorda nel principio la tecnica di Feynman – porta numerosi benefici allo studente tutor, che riesce ad elaborare in modo approfondito gli argomenti, ma anche al resto del gruppo, che riceve informazioni più comprensibili. Il ruolo di mediazione dell’insegnante è fondamentale.

Small group learning
Si formano coppie o piccoli gruppi (3-4 individui) e assegna a ciascun gruppo un compito preciso da svolgere. Questa tecnica funziona a patto che i materiali, i compiti e le tecniche di lavoro siano ben strutturate; la tecnica è più efficace se gli studenti hanno esperienze precedenti di lavoro in gruppo.

BIBLIOGRAFIA
Roberto Trinchero, Sappiamo davvero come far apprendere? Credenza ed evidenza empirica, Form@re, Open Journal per la formazione in rete, FUPress, Volume 13, 2013