×
Home Cuorfolletto Creative Shop Educazione positiva Schede didattiche Storie Disegni da colorare Feste e giornate Filastrocche Giochi Lavoretti Libro dei nomi Frasi e aforismi Buongiorno Buonanotte Auguri Chi siamo Pubblicazioni Contatti Privacy policy

La civiltà micenea

In questa sezione potete trovare i nostri materiali sulla civiltà micenea per la scuola primaria.

Indice

Obiettivi

  • Conoscere la storia della civiltà micenea.

Lezione

La civiltà micenea fu un’antica civiltà europea del Mediterraneo. Essa si sviluppò nella Grecia continentale a partire dal 1700 a.C. e fino al 1000 a.C. Dopo il 1000 a.C. la civiltà micenea conobbe un periodo di decadenza e scomparve, sostituita dalla civiltà dell’Antica Grecia (che tuttavia ereditò molto della cultura micenea).
La Grecia continentale presentava un terreno poco adatto all’agricoltura: infatti era prevalentemente montuosa e povera di terreni fertili (a differenza delle civiltà dei fiumi). A causa della scarsità di risorse, le prime tribù micenee erano spesso in lotta tra loro, per il controllo della terra e per sottrarre cibo e materiali.
Queste lotte continue portarono le tribù micenee a sviluppare una cultura guerriera: i giovani aristocratici venivano addestrati alla vita militare sin da piccoli, perché diventassero forti e coraggiosi.
Per via della loro forza militare, i micenei sconfissero tutte le popolazioni vicine con cui entrarono in contatto: conquistarono le isole di Rodi, Cipro e Creta (probabilmente furono proprio i micenei a mettere fine alla civiltà minoica).
Le tribù micenee non si riunirono mai sotto un unico re ( come i babilonesi). Invece, fondarono numerose città fortificate; ciascuna di queste era autonoma, indipendente ed era governata da un proprio re, chiamato wanax e dal capo dell’esercito.
Le città più importanti fondate dai micenei furono: Micene (da cui prese il nome la civiltà), Tirinto, Pilo, Tebe, Atene e Sparta.
L’aristocrazia micenea era di tipo militare: gli aristocratici possedevano armi, cavalli da guerra, carri e scudieri. Un buon aristocratico doveva essere un eccellente guerriero.
Al di sotto dell’aristocrazia vi erano gli artigiani, i contadini e gli allevatori.
I fabbri erano artigiani molto richiesti, per via della loro capacità di costruire le armi. Gli artigiani migliori lavoravano e vivevano nei palazzi degli aristocratici.
Infine vi erano gli schiavi, prigionieri di guerra ai quali venivano assegnati i compiti più umili.
La civiltà micenea era una civiltà palaziale: ogni città possedeva un palazzo circondato da mura altissime (conosciute come mura ciclopiche). All’interno del palazzo abitava il re e si svolgeva la vita amministrativa della città. I palazzi inoltre fungevano da magazzini per le scorte alimentari. I palazzi micenei erano vere e proprie fortezze, progettate per difendersi dagli attacchi delle altre tribù.
L’economia era basata sull’agricoltura e sull’allevamento e sulla metallurgia.
Non sappiamo quale religione praticassero i micenei: probabilmente veneravano un pantheon di dei simili a quelli dell’Antica Grecia.

Schede didattiche

Flashcard

In arrivo…

Quiz online

Mettetevi alla prova con questo quiz a risposta multipla per testare le vostre conoscenze sulla civiltà micenea.

La civiltà micenea

1 / 10

La civiltà micenea si sviluppò:

2 / 10

I micenei erano un popolo di:

3 / 10

Le città micenee erano governate da un:

4 / 10

Al centro delle città micenee si trovava:

5 / 10

L'economia micenea era basata su: agricoltura, allevamento e:

6 / 10

Quali tra queste città furono fondate dai micenei? (Segna tutte le risposte corrette)

7 / 10

Non sappiamo con precisione quale religione praticasse la civiltà micenea.

8 / 10

Nella civiltà micenea non c'erano schiavi.

9 / 10

Le città micenee erano:

10 / 10

In cima alla piramide sociale della civiltà micenea si trovavano i fabbri.

Verifica

In arrivo…

Approfondimenti

In arrivo…

TORNA A:

Tag: i micenei, la civiltà micenea

Non avete trovato il contenuto che stavate cercando? Chiedetecelo: ogni mese realizziamo i materiali più richiesti dai lettori! Ecco il modulo per le nuove richieste: Chiedi un contenuto.

Iscrivetevi alla Newsletter o al canale Telegram per ricevere gli ultimi aggiornamenti dal sito.