Storie di paura

Scoprite tante storie di paura in questa sezione di favole e fiabe.

LEGGETE ANCHE: I racconti del Bruco Mangianoia – Fiabe dal mondo – Fiabe dei fratelli GrimmStorie di fate

Storie di paura

Racconti di paura per bambini

Questi racconti autoconclusivi (tempo di lettura da 5-20 minuti) sono ideali come favole della buonanotte.

  1. Barbablù
  2. Il pifferaio magico
  3. Il buio nella stanza (testo di: Jessica Parolin)
  4. Storie di Halloween
  5. Il regalo di Danny (testo di: Maria Minniti)
  6. Anna, Martina e il temporale (testo di: Matilde Sciarrino)

storie di paura per bambini

Storie brevi di paura

L’ amico Buio

Testo di: Manuela P.

C’era una volta un lontano paesino
dove viveva un biondo bambino.
Simone era il nome dallo sguardo curioso
viveva la vita come un dono prezioso.
Amava giocare, saltare e cantare
e in ogni momento voleva scherzare.
Ma solo di notte, Simone imbronciato,
andava a dormire un po’ spaventato.
Credeva che il buio potesse mutare
in un orrido mostro pronto a balzare.
Finché poi una notte Simone chiamò
il suo cupo avversario e così lo sfidò:
” Oh buio pauroso, sú… fatti avanti,
con te ho versato lacrime e pianti.
Se accendo la luce, veloce sparisci
Compari di notte e tanto stupisci.
Tu dimmi ora, oscura creatura,
che cosa mai temi, di che hai paura?”
Simone ascolta, attende impaziente
e tutto d’un tratto una voce stridente:
“Mi spiace Simone se ti spavento,
non vorrei mai farlo, non sarei contento.
Io temo che un giorno non troppo lontano
la luce ed il giorno si tengan per mano
e che non esista più l’armonia
tra il Sole che nasce e il tramonto va via.
Il buio è silenzio, è ristoro ed è pace
non c’è nessun mostro e la luna mi piace.
Dai, dormi tranquillo ovunque tu stia,
Il buio ti è Amico, avrai compagnia”.

Lo spavento di Edo

Testo di: Federica Semprini

Era una notte buia e tempestosa. I tuoni e i lampi improvvisi erano così forti che il bimbo Edo saltava in aria per lo spavento. Si nascondeva sotto le sue copertine.

“BUUM! SBABAM! BUUUUUUUM!”

Edo era sempre più spaventato e non aveva il coraggio di uscire fuori dal suo lettino e correre nella stanza di mamma e papà a chiedere aiuto. Vedeva da un buchino tra le lenzuola e il mondo esterno che tutta la sua cameretta era buia. Stringeva forte il suo cuscino, con gli occhi chiusi, pregava che nessun mostro lo mangiasse. Ad un certo punto sentì qualcosa saltare sul suo lettino, avvertiva dei piccoli passi verso di lui. Un fortissimo tuono aveva fatto un gran rumore.

Piccoli passettini, come delle zampette, si avvicinarono sempre più vicino a lui. Edo tremava e quando sentì avvicinarsi quei piccoli passi al suo cuscino fece un grido così assordante che quella strana creatura saltò in aria, si accese la luce nella sua cameretta ed entrarono mamma e papà correndo verso di lui.

“Edo, cosa succede? Hai fatto un urlo agghiacciante e ci siamo spaventati. Ma quando Edo aprì gli occhi vide il suo amato gattino con i peli per aria”. E allora disse: “Mamma, papà, credo che il temporale mi abbia fatto un brutto scherzo! Pensavo ci fosse un mostro sul mio letto ed invece era il nostro micino che voleva proteggermi e farmi le coccole”.

Così mamma, papà, il micio ed Edo dormirono insieme nel lettone perché era stata proprio una nottataccia.

Cagliostro il mostro

Testo di: Margherita Bufi

C’era una volta Cagliostro il mostro,
stravagante e strano il nostro.
Verde, grosso e senza un dente
saltellava tra la gente.
Emetteva un ululato
ma rideva disperato
se incontrava un cagnolino
che muoveva il suo codino.

Se sentiva una gattina
miagolar sera e mattina
occhi di fuoco e naso a patata
intonava una serenata.
Nelle stanze del castello
era sempre un gran macello.
Si spostava gongolando
tutt’intorno rovistando.
Scappa, prendi, corri, fuggi,
per tutti era un fuggi-fuggi.
Chi di qua e chi di là,
il mostro quando se ne va?
C’era a chi facea spavento
con i suoi capelli al vento,
c’era chi avea paura
e chi viveva un’avventura.
Un giorno un bimbo lo guardò
e il suo cuor s’illuminò .
Niente fuoco, niente grida,
Solo giochi. Viva la vida!
Cagliostro il mostro si trasformò
e la paura se ne andò.

I nostri video: