Disegnare e dipingere sono un toccasana per grandi e piccini. Non sono solamente attività che stimolano la fantasia, ma anche dei modi per impiegare il tempo e rilassarsi.

Il disegno è spontaneo nel bambino ed è un modo, presente in tutte le culture, per comunicare le proprie emozioni ed i propri stati d’animo. Già nei primi anni di vita possiamo incoraggiare i bambini a fare scarabocchi e giocare con i colori. Nella nostra guida Come insegnare ai bambini a disegnare vi abbiamo dato qualche dritta per allenare i vostri piccoli, partendo da esercizi molto semplici.

Di seguito abbiamo pensato di raccogliere alcune tecniche alternative ai soliti metodi per colorare. Si tratta di soluzioni molto semplici, che non richiedono materiali particolari o chissà che abilità. Se ci prendete gusto e volete sperimentare tecniche davvero alternative, vi proponiamo di leggere anche questo articolo, in cui sperimentiamo la pittura con colla, con caffè e con il sale.

Disegni 3D

Un’idea divertente e semplicissima. Dovete disegare su un foglio il contorno della vostra mano, oppure di quella del bambino. In alternativa usate altri oggetti, il fondo di un bicchiere o le formine per biscotti. Poi a mano libera o con un righetto, a seconda di quanto volete un tratto preciso, tracciate tante linee parallele intorno alla sagoma tracciata. Ora arriva la parte più divertente: dovete tracciare delle linee curve dove era posizionata la mano e colorare tutto per un effetto tridimensionale.

Lavagna magica

E’ un passatempo che rimanda al passato e che forse avete provato anche voi. Chiedete ai bambini di colorare con i pastelli a cera un foglio, lasciando libera la fantasia. Poi colorate tutto con la tempera nera. Una volta asciugato il foglio, potrete sbizzarrirvi con i graffiti, usando una forchetta, una monetina uno stuzzicadente, ed alternando gli oggetti con cui raschiare per avere un effetto più particolare.

In punta di dita o con manine e piedini

Spesso avrete visto questa tecnica anche nelle nostre gallery. In pratica, dovete fare delle impronte su un foglio, intingendo le dita nella tempera. Una volta asciugate, con un pennarello nero trasformatele in animaletti o fiori o altri soggetti suggeriti dalla vostra immaginazione.
Si può fare la stessa cosa usando l’impronta delle manine e dei piedini: magari attrezzatevi con un telo di plastica per non sporcare tutta la casa.

I mostri con gli schizzi di colore

Fate disegnare ai bambini una faccina buffa, senza capelli. Il divertimento sarà creare le acconciature con gli acquerelli o le tempere: lasciate cadere qualche goccia di colore molto liquida sulla parte finale della fronte del nostro mostro. Poi soffiate dentro la cannuccia, in modo tale che il colore si spanda all’esterno.

Fonte: Quandofuoripiove

Con verdura, spazzolini da denti o vecchie spazzole

Anche questa è una tecnica semplicissima, ma molto divertente. Provate a tagliare la parte finale dell’insalata o del radicchio o, più semplicemente, tagliate a metà una patata. Usate queste forme come stampini per una pittura molto creativa. La stessa cosa si può fare con spazzolini da denti o vecchie spazzole: sono un ottimo stampo per realizzare i petali o le corolle dei fiori (avete presente i soffioni bianchi in mezzo ai prati? Ecco una cosa del genere!)

Se vi siete appassionati, provate anche a dare un’occhiata alle nostre guide sullo zentangle e sul frottage. Sono tecniche semplici che permettono di appassionarsi alle attività creative e di sperimentare modalità espressive differenti.

a cura di Alessia de Falco

 

Pin It on Pinterest