Come si insegna ai bambini a disegnare?

Il disegno è spontaneo nel bambino. Tuttavia, è possibile insegnare a disegnare ai bambini rapidamente e con precisione seguendo questa scaletta: 1) insegnando a tracciare le linee e le forme, 2) insegnando a colorare le figure rispettando i bordi esterni e 3) insegnando ad osservare.



L’importanza del disegno come strumento espressivo

In tutte le culture i bambini fanno uso del disegno, ma il suo sviluppo dipende dall’ambiente. Il disegno è un mezzo molto importante per comunicare le proprie emozioni, i propri stati d’animo quindi date molta importanza già nei primi anni. La cosa migliore sarebbe incoraggiare i bambini a fare scarabocchi e a giocare coi colori già nei primi due anni di vita.

Proprio come la scrittura, anche il disegno e la pittura sono strumenti per incanalare le proprie emozioni. Ovviamente non possiamo chiedere l’impossibile: un bambino di due anni non sarà mai in grado di dipingere perfettamente un albero. Qualche tempo fa avevamo pubblicato un articolo in cui si parlava di come i bambini imparano a disegnare, nel corso della crescita, che vi suggeriamo per un’idea generale.

Non ci stancheremo mai di ripetere l’importanza delle emozioni: disegnare può essere un bel modo per mettere su carta il proprio stato d’animo.

Prima di insegnare a disegnare, insegnare su cosa si disegna

Può sembrare ovvio, ma per un bambino è molto meno ovvio che sui muri non si disegna e che i mobili del ‘600 del nonno non sono il posto giusto per far pratica con le tempere. Sin da piccoli, insegnate ai vostri bambini su cosa si può disegnare e cosa invece non si deve toccare! E permettetegli di sperimentare più materiali e di far pratica su fogli, cartoncini, scatole e quant’altro.

Alla base del disegno c’è l’osservazione

Crescere in un ambiente ricco di stimoli visivi produce schemi grafici migliori rispetto a chi non ha simili opportunità. Questo può essere un suggerimento interessante per i genitori: fornire ai vostri bambini libri illustrati, immagini da colorare e tante, tante foto svilupperà in loro una maggior motivazione al disegno, determinando di conseguenza un incremento delle loro abilità.

Potete utilizzare come modelli le immagini dei loro personaggi preferiti, ma anche figure geometriche o elementi naturali. Insomma, un ambiente sensibile all’arte è il miglior terreno perché si sviluppi nei bambini la passione per il disegno. Lasciate che i bambini sfoglino riviste o fumetti, ammirino le insegne e i palazzi della città; è importante riuscire a cogliere un’immagine nella sua interezza e fissarla a mente per riuscire più avanti a riprodurla.

Albi illustrati: guardare per imparare a disegnare

Una buona pratica è quella di regalare ai bambini qualche albo illustrato, meglio se le figure sono lineari e non troppo dettagliate. Questo facilita il passaggio dall’osservazione alla raffigurazione. Il nostro consiglio è di non esagerare col numero: bastano pochi libri, puntate sulla qualità! I bambini si affezioneranno a uno o due albi al massimo, che porteranno sempre con sè, è inutile che riempiate loro una libreria.

Eccezionale la serie dedicata a Tutino: pochissime linee e colori, forme elementari ma curatissime. Secondo noi è un buon esempio per favorire l’assimilazione delle forme. Qui trovate l’albo: Tutino e il vento e qui la nostra recensione: Tutino.

forme semplici per insegnare a disegnare

Forme semplici e con pochi colori sono ideali per essere imitate dai bambini attraverso il disegno

I primi passi per far disegnare: forme e figure

Tra i 3 e 4 anni i bambini iniziano a rappresentare gli oggetti costruendo le figure a blocchi (per avere qualche informazione sulle fasi del disegno infantile consigliamo la guida: come disegnano i bambini? ). In questa prima fase l’obiettivo dell’apprendimento è riuscire a costruire figure geometriche con tratto fermo, oltre alla capacità di metterle insieme.

Suggerimenti operativi? Date ai bambini dei fogli con qualche figura costruita con forme geometriche e tanto spazio libero: potranno esercitarsi a copiarla e lavorare in autonomia sul tratto. Il disegno non deve mai essere imposto. Evitate di pressare i bambini e sfruttate la loro naturale curiosità.

Disegno a mano libera e copie

Dopo i 5 anni sarà possibile cominciare a dare ai bambini dei modelli da copiare e possiamo aspettarci che le figure a blocchi vengano sostituite da riproduzioni più fedeli della realtà. I bambini disegnano per imitare la realtà ma possiamo insegnar loro a disegnare imitando un altro disegno; proprio questo è il segreto per far sviluppare delle buone doti artistiche.

Con l’ingresso alla scuola primaria potrete cominciare ad insegnare a giocare utilizzando le guide che, passo dopo passo, spiegano come realizzare un disegno ben costruito. Ricordatevi però che deve essere sempre un gioco.

Colorare: l’arte di rispettare i contorni

Una volta terminati i contorni, è il momento di colorare. In questa fase è bene seguire i bambini per evitare che spargano colore per tutta la casa, ed è anche il loro momento preferito. Provate di volta in volta tecniche diverse e sentitevi liberi di sperimentare. Si può iniziare dai 3-4 anni utilizzando figure semplici;  non aspettatevi da subito risultati perfetti, che richiedono tempo ed esercizio. Lavorate molto sulla motivazione: è l’unico vero strumento in grado di assicurare il successo.

come insegnare ai bambini a disegnare col coloring

Colorare è un divertimento ma anche apprendimento. Potete iniziare con i numerosi disegni da colorare che trovate in rete.

Coloring per tutti

Un classico intramontabile sono gli album da colorare: il coloring è proprio l’arte di rispettare i contorni delle figure riempendone l’interno con precisione. Esiste un bellissimo albo da colorare di Harry Potter, ad esempio. Se non volete acquistare un albo è possibile stampare dal web la grande maggioranza dei protagonisti di cartoni animati e fumetti in versione da colorare. Portale Bambini ha una sezione dedicata al coloring astratto e all’art therapy.




Se siete alla ricerca di un intero albo gratuito con figure pensate apposta per insegnare ai bambini a colorare, perché non date un’occhiata alla nostra storia “La capretta e la luna?” Un’avventura buffa, due animali parlanti e tante, tante illustrazioni che aspettano solo di essere colorate. Scaricate il PDF stampabile da questo link: la capretta e la luna PDF.

Potrebbe interessarti anche:

Lavoretti creativi, la sezione del portale dedicata alle attività artistiche e manuali. Il disegno non è l’unica forma d’arte con cui i bambini devono cimentarsi. Nella nostra pagina dedicata ai lavoretti trovate un’ampia selezione!

Come disegnano i bambini? Un articolo per capire cosa dice la psicologia sul disegno dei bimbi;  scoprite quali sono le tappe del disegno e come si sviluppano le abilità.

Mandala di primavera, che in realtà vanno bene per tutte le stagioni. Sono un ottimo esercizio per il disegno astratto, per colorare e per scarabocchiare con ordine e metodo sul foglio di carta.

a cura di Matteo Princivalle

   

Pin It on Pinterest