GIOCHI E ATTIVITA’ RILASSANTI PER BAMBINI

Specialmente per chi vive in città, la sera è spesso un momento critico: i bambini rilassati sembrano essere utopia. Questo dipende da una serie di fattori: il movimento innanzi tutto; ricordiamo che i bambini hanno bisogno di muoversi anche nella stagione invernale e che è bene garantire loro almeno due ore al giorno per il gioco libero (tre ore complessive di tempo non strutturato).

Ma anche le attività che si propongono hanno un loro peso: se la tv solitamente agita i più piccoli (ci sono poi casi e casi), ecco qualche spunto di attività rilassanti per calmare i propri pensieri in vista della nanna.

PICCOLO GIARDINO ZEN

Il giardino zen è uno strumento incredibilmente utile per rilassarsi e far pace con le proprie emozioni. Questa tipologia di giardino secco in miniatura, noto anche come Bonseki, nasce negli ambienti della corte giapponese a partire dal VII secolo d.C. (anche se non vi sono certezze sulla sua origine) per riprodurre in ambienti chiusi la natura del giardino giapponese.

Ad oggi ne troviamo moltissimi in commercio e il significato originario si è sicuramente perduto e modificato; questo non significa, però, che non possa diventare un utile strumento educativo per noi e per i bambini.

Le ricerche scientifiche evidenziano l’importanza di ritagliarsi un quarto d’ora al giorno di solitudine, per combattere lo stress e controllare meglio le emozioni. Il piccolo giardino zen potrebbe essere l’attività giusta per i bambini per riuscire a godersi questo momento.

Il giardino zen, in particolare, piace ai bambini per il concetto di interattività: è possibile spostare le pietre e rastrellare la sabbia, dunque non è un oggetto statico, ma una composizione dinamica.

Se volete una soluzione subito pronta, in commercio esistono centinaia di giardini zen, di varie forme e dimensioni. Un esempio è questo:

Tra i vari prodotti online ha il vantaggio di esser costituito in legno naturale e avere la giusta quantità di sabbia. Potrete aggiungere i sassi raccolti al parchetto, oppure cercare qualche pietra online (sempre su Amazon.it potete trovarne di molte varietà). Anche il prezzo è vantaggioso (15€) rispetto ad altri prodotti, che spesso hanno dettagli in plastica o di qualità scadente.

Scopri il Giardino Zen su Amazon.it

Trattandosi di uno strumento che andrà ai piccoli, vi consigliamo di verificare i materiali utilizzati, ma di optare per soluzioni semplici ed economiche. In alternativa, è possibile ricorrere al fai da te; sarà sufficiente recuperare un contenitore, della sabbia e qualche sasso levigato. Per il contenitore, se non riuscite a trovarne uno di legno, vi consigliamo di utilizzare un piccolo vassoio di vetro (come quelli da forno) o un piatto di portata con i bordi alti.

Ecco qualche accessorio che potrebbe servirvi per comporre il vostro giardino:

IL GIOCO DEGLI ODORI

Un’altra strategia per favorire il rilassamento, accanto allo sviluppo sensoriale, è quello di stimolare i sensi che i bambini solitamente usano meno. L’olfatto è uno di questi. Il gioco degli odori si può preparare in un attimo: saranno sufficienti quattro o cinque piccoli contenitori di vetro (barattoli, provette, bicchieri, come questi che abbiamo trovato su Amazon.it) nei quali verseremo una o due gocce di olio essenziale.

Accanto alle essenze, più forti e solitamente più facili da riconoscere, potremo utilizzare fiori ed erbe profumate, ma anche alimenti e tutto ciò che sia ben riconoscibile attraverso l’odore.

I bambini, dovranno poi riconoscerli; per i più esperti, potremmo anche provare a miscelare due essenze diverse, chiedendo loro di riconoscerle (questa variante non è indicata per i piccoli, ma soprattutto richiede già un buon allenamento).

COLORING: COLORARE DISTENDE L’ANIMA

Non ci stancheremo mai di promuovere i benefici del coloring per i bambini: riempire figure, per chi ama l’arte e i colori, è un vero e proprio toccasana, un’attività che rilassa e diverte al tempo stesso.

Il problema principale del coloring è che non a tutti piace!

L’ANGOLO MAGICO

Ogni cameretta dovrebbe avere il suo angolo magico del relax (nel mondo anglosassone la chiamano quiet area): un’area piccola, nascosta e confortevole in cui i bambini possano ritirarsi per qualche istante dalla vita familiare, magari insieme al loro peluche. Sempre nell’ottica dei 15 minuti al giorno di solitudine, potremmo pensare di utilizzare l’angolo magico per la lettura, ma anche per la riflessione o la mindfulness.

L’angolo magico si può allestire con grande semplicità: è sufficiente una piccola luce da tavolo, meglio se soffusa; un baldacchino o un telo per isolare questo spazio dal resto della camera completerà l’opera. Date un’occhiata a:

PER CONCLUDERE

Queste attività funzioneranno per tutti i casi? Dipende. Ciascun bambino ha le sue esigenze, le sue preferenze ed è unico! In ogni caso, si tratta di proposte valide per la maggior parte dei piccoli. L’importante è che, noi grandi, riusciamo a trasmettere calore e partecipazione nel proporre l’attività, in modo tale da coinvolgere emotivamente i bambini.

Se siete alla ricerca di attività per calmare i bambini ed aiutarli a rilassarsi, specialmente la sera in vista della nanna, vi consigliamo anche la guida sulle attività che calmano i bambini.