×
Home Cuorfolletto Creative Shop Educazione positiva Schede didattiche Storie Disegni da colorare Feste e giornate Filastrocche Giochi Lavoretti Libro dei nomi Frasi e aforismi Buongiorno Buonanotte Auguri Chi siamo Pubblicazioni Contatti Privacy policy

Frasi tratte da Pinocchio

Pubblicato nel 1883, “Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino“, conosciuto più semplicemente come Pinocchio è un romanzo di formazione dello scrittore fiorentino Carlo Collodi, nonché una delle opere per ragazzi più lette e amate di sempre. In questo articolo abbiamo raccolto le più belle frasi tratte da Pinocchio.

Frasi tratte da Pinocchio

Frasi illustrate tratte da Pinocchio

Le più belle frasi di Pinocchio

C’era una volta… – Un re! – diranno subito i miei piccoli lettori. – No, ragazzi, avete sbagliato. C’era una volta un pezzo di legno. (Carlo Collodi, Pinocchio)

Guai a quei ragazzi che si ribellano ai loro genitori, e che abbandonano capricciosamente la casa paterna. Non avranno mai bene in questo mondo; e prima o poi dovranno pentirsene amaramente. (Carlo Collodi, Pinocchio)

– Fra i mestieri del mondo non ce n’è che uno solo che veramente mi vada a genio.
– E questo mestiere sarebbe?
– Quello di mangiare, bere, dormire, divertirmi e fare dalla mattina alla sera la vita del vagabondo.
– Per tua regola – disse il Grillo parlante con la sua solita calma -tutti quelli che fanno codesto mestiere, finiscono quasi sempre allo spedale o in prigione. (Carlo Collodi, Pinocchio)

Tienlo a mente, non è il vestito bello che fa il signore, ma è piuttosto il vestito pulito. (Carlo Collodi, Pinocchio)

Non ti fidare, ragazzo mio, di quelli che promettono di farti ricco dalla mattina alla sera. Per il solito o sono matti o imbroglioni! (Carlo Collodi, Pinocchio)

Le bugie, ragazzo mio, si riconoscono subito, perché ve ne sono di due specie: vi sono le bugie che hanno le gambe corte, e le bugie che hanno il naso lungo: la tua per l’appunto è di quelle che hanno il naso lungo. (Carlo Collodi, Pinocchio)

E bada Pinocchio, non fidarti mai troppo di chi sembra buono e ricordati che c’è sempre qualcosa di buono in chi ti sembra cattivo. (Carlo Collodi, Pinocchio)

Come siamo disgraziati noialtri poveri ragazzi! Tutti ci sgridano, tutti ci ammoniscono, tutti ci dànno consigli. (Carlo Collodi, Pinocchio)

Una bugia tira l’altra. (Carlo Collodi, Pinocchio)

Oggi (ma troppo tardi!) mi son dovuto persuadere che per mettere insieme onestamente pochi soldi bisogna saperseli guadagnare o col lavoro delle proprie mani o coll’ingegno della propria testa. (Carlo Collodi, Pinocchio)

I burattini non crescono mai. Nascono burattini, vivono burattini e muoiono burattini. (Carlo Collodi, Pinocchio)

Dai ragazzi buoni di cuore, anche se sono un po’ monelli e avvezzati male, c’è sempre da sperar qualcosa: ossia, c’è sempre da sperare che rientrino sulla vera strada. (Carlo Collodi, Pinocchio)

L’uomo, per tua regola, nasca ricco o povero, è obbligato in questo mondo a far qualcosa, a occuparsi, a lavorare. Guai a lasciarsi prendere dall’ozio! L’ozio è una bruttissima malattia e bisogna guarirla subito, fin da bambini: se no, quando siamo grandi, non si guarisce più. (Carlo Collodi, Pinocchio)

La miseria, quando è miseria davvero, la intendono tutti: anche i ragazzi. (Carlo Collodi, Pinocchio)

Oramai è scritto nei decreti della sapienza, che tutti quei ragazzi svogliati che, pigliando a noia i libri, le scuole e i maestri, passano le loro giornate in balocchi, in giochi e in divertimenti, debbano finire prima o poi col trasformarsi in tanti piccoli somari. (Carlo Collodi, Pinocchio)

Si sa: in questo mondo bisogna tutti aiutarsi l’uno coll’altro. (Carlo Collodi, Pinocchio)

I ragazzi che assistono amorosamente i propri genitori nelle loro miserie e nelle loro infermità, meritano sempre gran lode e grande affetto, anche se non possono esser citati come modelli d’ubbidienza e di buona condotta. Metti giudizio per l’avvenire, e sarai felice. (Carlo Collodi, Pinocchio)

Quando i ragazzi, di cattivi diventano buoni, hanno la virtù di far prendere un aspetto nuovo e sorridente anche all’interno delle loro famiglie. (Carlo Collodi, Pinocchio)

– Com’ero buffo, quand’ero un burattino! e come ora son contento di esser diventato un ragazzino perbene!… – (Carlo Collodi, Pinocchio)

Dare allegria è la cosa più bella che si possa fare al mondo. (Carlo Collodi, Pinocchio)

Le più belle frasi tratte dai libri:
🎩 Alice nel paese delle meraviglie
👑 Il Piccolo principe
🏝️ Peter Pan
🪵 Le avventure di Pinocchio

Tag: frasi da pinocchio

Non avete trovato il contenuto che stavate cercando? Chiedetecelo: ogni mese realizziamo i materiali più richiesti dai lettori! Ecco il modulo per le nuove richieste: Chiedi un contenuto.

Iscrivetevi alla Newsletter o al canale Telegram per ricevere gli ultimi aggiornamenti dal sito.