LA RANA E LA VOLPE

Aviano 

Una rana, un giorno, decise di abbandonare lo stagno in cui viveva e si trasferì nel folto della foresta, insieme a tutti gli altri animali. Qui, per guadagnarsi da vivere, faceva il medico: raccontava infatti di aver appreso quell’arte da Ippocrate e Galeno in persona*. In realtà, non aveva mai studiato l’arte medica e per ogni malato inventava una cura fantasiosa; gli animali, però, accorrevano da lei e la trattavano con grande rispetto.

Solo la volpe non aveva mai chiesto consiglio alla rana; anzi, un  giorno le disse: “Che animale insulso! Passi la giornata a blaterare cose di cui non capisci il senso e ti fingi esperta nella nobile arte della medicina, di cui non sai nulla. Guardati: sei verde, pallida e malata! Torna al tuo stagno, curati e rimettiti in forze; solo allora potrai pensare di insegnarci qualcosa”. La rana non seppe rispondere alle parole della volpe e non le restò altro da fare che tornare allo stagno, mentre tutti gli altri animali ululavano in segno di scherno.

Solo gli ingenui si lasciano ingannare dalle belle parole.

*Ippocrate e Galeno sono due padri della medicina; ai tempi in cui sono state scritte queste favole, erano i medici più famosi e richiesti.

Pin It on Pinterest