Lentezza è…

Oggi vi proponiamo cinque esercizi di lentezza e una LIBRAPP, per riappropriarci del tempo lasciandoci guidare dai bambini.

Lentezza è…

  • Lentezza è… intrecciare un braccialetto, riscoprendo il piacere di creare da sé, con le proprie mani. Attraverso questa pratica, la lentezza trasforma il bambino-consumatore e lo trasforma in un bambino-artefice; la creazione ha bisogno di tempo.
  • Lentezza è… giocare una partita a dama, riscoprendo il piacere di riflettere prima di muovere la propria pedina. Attraverso questa pratica la lentezza trasforma il giocatore compulsivo in un giocatore stratega; la strategia ha bisogno di tempo.
  • Lentezza è… muoversi camminando, scambiando qualche parola con i compagni di strada. Attraverso questa pratica la lentezza ci costringe a muoverci e a scoprire il mondo intorno a noi, trasformando il bambino-pacco in un bambino-esploratore; il movimento e la scoperta hanno bisogno di tempo.
  • Lentezza è… riempire una pagina di cornicette o linee libere, per accorgersi che il lavoro manuale libera la mente e la predispone all’apprendimento. Attraverso questa pratica, la lentezza ripristina il dono perduto dell’attenzione. Concentrarsi non è il privilegio di pochi eletti, ma la caratteristica di chi ha scelto la lentezza.
  • Lentezza è… passeggiare in riva a un lago, un fiume o un naviglio, lasciando che l’acqua catturi lo sguardo; la natura, infatti, ispira e rasserena. Attraverso questa pratica, la lentezza fortifica il legame primordiale tra uomo e natura.

LIBRAPP: Filastrocca dell’ochetta

Per educare i bambini al valore della lentezza e ad assaporare il proprio tempo, abbiamo scritto una semplice poesia in rima. È un testo adatto ai bambini della scuola dell’infanzia e dei primi anni della scuola primaria.

Visualizza a schermo intero: Filastrocca dell’ochetta

Filastrocca dell’ochetta

Testo di: Alessia de Falco & Matteo Princivalle

Filastrocca dell’ochetta
che correva
di gran fretta.
“Perché corri,
amica bella?”
“Cerco l’ultima
casella”.
“Se ci arriverò
per prima
Vincerò
medaglie e stima”.
“Se è per gioco
corri pure,
corri in cerca
di avventure”.
Ma ricorda:
“Chi va piano
vive bene
e va lontano”.