Le verdure non fanno solo bene, ma si prestano anche a numerosi lab creativi. Qualche tempo fa ti avevamo raccontato come realizzare colori naturali e completamente atossici, utilizzando verdure e spezie. Trovi qui le nostre indicazioni.

Oggi vogliamo focalizzarci su un laboratorio creativo che prevede l’utilizzo delle verdure come stampini. E’ molto semplice e praticamente alla portata di tutti. Vediamo per prima cosa come si fa.

Per prima cosa, non sprechiamo: per questo laboratorio mettiamo da parte scarti di verdura che possono trasformarsi in un’occasione creativa a costo zero! Le verdure che meglio si prestano a diventare timbrini sono:

  • sedano
  • peperoni
  • coste
  • radicchio
  • patate
  • limoni
  • mele

COME FARE I TIMBRI CON la FRUTTA E LA VERDURA

Per realizzare i timbrini di verdura, puoi partire da quelle parti che di solito si scartano, ad esempio picciolo, la base delle coste o del radicchio, la buccia, come nel caso del limone. Nel caso dei peperoni, si può separare la calotta dal resto dell’ortaggio con un coltello affilato.

Nel caso del sedano è possibile anche, dopo un primo utilizzo, ridurre la lunghezza delle coste più esterne per variare l’impronta del timbro e quindi l’effetto decorativo finale.

Le mele possono essere tagliate a metà, così come le patate. E’ poi possibile attuare un’ulteriore personalizzazione, incidendo con una formina per tagliare i biscotti la forma da stampare, dopo aver intinto il tubero o il frutto nella tempera.

Volendo, si può anche provare ad incidere a mano libera: parti da forme semplici, come una foglia o un pesciolino, per poi arrivare a disegni più complessi. In alternativa, puoi tagliare la patata a dadini, ricavandone le forme desiderate (cerchi, quadrati, triangoli, ecc.). In questo modo potrai creare divertenti stampe geometriche per cuscini e canovacci

QUALI COLORI USARE DIPINGERE CON LA FRUTTA E LA VERDURA

Una volta decisi gli ortaggi o la frutta da usare come timbri, passiamo alla scelta dei colori: puoi usare delle normali tempere, oppure cimentarti con i colori naturali. Per un primo tentativo, non troppo laborioso, le tempere vanno benissimo: scegli eventualmente dei colori ad acqua, più facilmente lavabili.

IDEE CREATIVE PER USARE I TIMBRI CON LA FRUTTA E LA VERDURA

Una volta preparato il tuo set di timbri con la frutta e la verdura, puoi sbizzarrirti in molteplici utilizzi. I timbri di frutta e verdura si prestano a personalizzare ad esempio biglietti d’auguri.

Con sedano, coste e radicchio si possono stampare motivi floreali: basta separare la base dal resto della pianta e fermare con un elastico i vari gambi, così da tenerli ben compatti. Fatto questo, intingi la verdura nel colore e procedi con la stampa.

Se desideri variare l’impronta del timbro, è sufficiente ridurre la lunghezza delle coste più esterne, ottenendo così fiorellini più piccoli.

Oltre ai biglietti d’auguri, puoi realizzare carte da pacchi originali. Inoltre puoi personalizzare borse e shopper di stoffa: in questo caso è preferibile utilizzare i colori specifici per tessuti, in modo tale da fissare il colore in modo permanete.

 

   

Pin It on Pinterest