BLOG

Opposti positivi: la tecnica per educare evitando i rimproveri

Pensate alle ultime tre occasioni in cui avete rimproverato i vostri bambini. Che parole avete usato? Quale comportamento volevate evitare? Cosa è successo? Ecco alcuni esempi comuni:

  • Non correre.
  • Non interrompermi mentre parlo.
  • Non prendere in giro tua sorella.
  • Smettila di urlare.

Quando rimproveriamo i nostri figli/alunni di solito vogliamo che “non” facciano qualcosa. Ma come dovrebbero comportarsi? Provate a rispondere indicando il comportamento corretto. Questi comportamenti si chiamano “opposti positivi”. La nostra mente è così concentrata ad individuare e prevenire il negativo, che spesso il comportamento positivo, quello che vorremmo vedere, passa in secondo piano. Proviamo a trasformare i rimproveri dell’elenco precedente utilizzando i loro opposti positivi:

  • Cammina lentamente.
  • Aspetta che io abbia finito prima di parlare.
  • Usa parole gentili con tua sorella.
  • Parla piano.

Gli opposti positivi sono particolarmente utili: ci permettono di evitare i rimproveri e offrono ai bambini un modello di comportamento concreto e realizzabile. Provate ad utilizzarli con regolarità: diventeranno una buona pratica all’interno del vostro modello educativo e vi aiuteranno a tradurre in pratica i principi dell’educazione positiva.

Educazione positiva con le favole – Per trasformare l’educazione positiva in una pratica quotidiana abbiamo scritto un libro, “Cuorfolletto e i suoi amici”. Si tratta di un laboratorio di educazione emotiva destinato ai bambini da 3 a 7 anni per esplorare le emozioni attraverso dieci racconti e altrettante “reazioni positive”. Il libro, interamente illustrato a colori, è disponibile su amazon.it. Cliccate qui per acquistarlo.

AVVERTENZA: Ci sono situazioni in cui la tecnica degli opposti positivi non è praticabile. Se un bambino sta per compiere un’azione potenzialmente pericolosa, occorre fermarlo.

Diplomi per la scuola primaria

In questa pagina potete trovare i nostri diplomi per la scuola primaria da stampare, colorare e personalizzare. Cliccate sulle immagini o sui pulsanti per stampare le matrici.

Diplomi per la scuola primaria

Attenzione: queste immagini sono protette da copyright. Riprodurle sul web – compresi i social network – senza la nostra autorizzazione scritta è vietato ai sensi di legge. È sempre permessa la stampa per uso personale (es. per colorare) e per uso didattico (es. esercizi in classe).

Diplomi per la scuola dell’infanzia

In questa pagina potete trovare i nostri diplomi per la scuola dell’infanzia da stampare, colorare e personalizzare. Cliccate sulle immagini o sui pulsanti per stampare le matrici.

Diplomi per la scuola dell’infanzia

Attenzione: queste immagini sono protette da copyright. Riprodurle sul web – compresi i social network – senza la nostra autorizzazione scritta è vietato ai sensi di legge. È sempre permessa la stampa per uso personale (es. per colorare) e per uso didattico (es. esercizi in classe).

L’ape Martina (con minibook fai da te)

L’ape Martina

Alessia de Falco e Matteo Princivalle

Con grande affanno l’ape Martina
cercava un dono per la mammina.
«Domani sarà la sua gran festa
ma avevo i grilli per la testa;
del regalo mi sono scordata,
sono proprio un’ape sbadata!

Potrei donarle un mazzo di fiori,
scegliendoli bene, di tutti i colori.
Potrei farle con l’erba un bracciale?
Che brutta idea, che dono banale…»

E così dopo tanto cercare
tornò piangendo all’alveare.
Quando la vide la sua mammina,
una maestosa ape regina
le domandò: «Cosa ti è successo?
Posso aiutarti, dimmelo adesso.»

Sentendo il racconto dell’apina
la mamma disse: «Cara Martina,
il dono più bello sai tu qual è?
È avere una figlia come te.»

Schede da stampare

Istruzioni

  1. Stampate le schede su due fogli A4.
  2. Colorate le illustrazioni.
  3. Piegate entrambe le schede a metà.
  4. Ritagliate entrambe le schede lungo la linea orizzontale
  5. Incollate le quattro pagine nell’ordine seguente: la pagina 2 va incollata dietro l’illustrazione della pagina 1; la pagina 3 va incollata dietro l’illustrazione della pagina 2; la pagina 4 va incollata dietro l’illustrazione della pagina 3.
  6. Il minilibro illustrato è pronto da sfogliare.
  7. Se volete rilegare il minilibro potete aggiungere una copertina di cartoncino colorato, da incollare sulle due pagine esterne (retro della pagina 1 e retro dell’illustrazione 4).
  8. In alternativa potete incollare il minilibro su una pagina di quaderno, attaccando sempre il retro della pagina 1 e il retro dell’illustrazione 4. In questo modo il minilibro resterà aperto sulla prima pagina e i bambini potranno sfogliarlo avanti e indietro.

Percorso interdisciplinare sulle api

Biglietto pop-up per la Festa della mamma

Materiali: schede, foglio di cartoncino colorato, forbici, colla, colori (pennarelli, matite o pastelli)

Schede da stampare

Istruzioni

  1. Stampate le schede necessarie a realizzare il biglietto pop-up.
  2. Colorate lo sfondo della scheda 1 e personalizzate la metà inferiore con un messaggio di auguri e/o altre decorazioni.
  3. Ritagliate lungo il margine tratteggiato la scheda 1, poi piegatela a metà.
  4. Con la scheda piegata a metà, tagliate lungo le due linee tratteggiate al centro della pagina.
  5. Riaprite la scheda e piegate la striscia centrale nel verso opposto a quello della scheda: servirà come base per il pop-up.
  6. Incollate la scheda 1 sul foglio di cartoncino colorato e piegate anche quello a metà.
  7. Colorate il personaggio della scheda 2 che incollerete sulla linguetta pop up.
  8. Incollatelo su un foglio di cartoncino per rendere la sagoma più robusta.
  9. Ritagliate la sagoma.
  10. Incollate la sagoma alla base della linguetta pop-up: avrete ottenuto un bellissimo biglietto pop-up.

*La scheda 3 è opzionale: stampatela se volete aggiungere un Cuorfolletto sul dorso del biglietto.