×
doodle Cuorfolletto Torna alla home I nostri libri Schede didattiche Storie Disegni da colorare Feste e giornate Filastrocche Giochi Lavoretti Libro dei nomi Educazione positiva Corsi Chi siamo Contatti Privacy policy

Poesie e filastrocche sulla libertà

Scoprite tante poesie e filastrocche sulla libertà.

poesie sulla libertà

Poesie sulla libertà

LA LIBERTÀ
Alessia de Falco e Matteo Princivalle

Il pesciolino Goccia,
abitava dentro una boccia.
La sua boccia era sul fondo del mare
ma lui non usciva mai a nuotare.
Un pescatore lo rimproverò:
staresti bene anche su un comò,
mio caro e piccolo Goccia,
sei sempre fermo nella tua boccia!
È vero, sto nella boccia, ma posso uscire quando mi pare
I miei fratelli dentro l’acquario non lo potrebbero mai fare.
È questa l’essenza della libertà:
poter fare anche ciò che non si fa.

Questa filastrocca è un adattamento in versi di un racconto breve di Dino Buzzati (che ti invitiamo a leggere e diffondere) dal titolo “La libertà“. In questo articolo trovi il testo, adattato per bambini, in prosa.

IL LUPO E IL CANE
Alessia de Falco e Matteo Princivalle
Un lupo uscì dal bosco, spinto dalla fame
entrò in un villaggio, e lì incontrò un cane.
“Amico mio, sei davvero ben pasciuto
ma questo ben di Dio, da dove ti è piovuto?
È il mio padrone, mi dà carne, arrosto e vino
in cambio scaccio i ladri dal giardino.
E dimmi, che cos’è quel brutto segno
che hai sul collo; t’ha ferito un legno?
Durante il giorno sto legato ad un cancello,
indosso un catenaccio, e così mi spello.
Amico, tieni pure il cibo le tue catene,
preferisco la libertà, con tutte le sue pene.

Questa filastrocca è un adattamento poetico di una famosissima favola di Esopo, “Il lupo e il cane“. Questa favola è particolarmente adatta per parlare di libertà ai bambini; il suo significato, infatti, è ampio e immediato.

FILASTROCCA DELLA STORIA
Alessia de Falco e Matteo Princivalle
Filastrocca della storia
che riporta alla memoria
fatti, eroi, guerre ed accordi,
che ci insegna ad esser concordi.
Chi non scopre quel ch’è stato
sarà come intrappolato
dietro un grande e grosso muro
che nasconde il suo futuro.

Libertà

Testo di: Antonella Berti

“Cos’è la libertà?”
chiese un ragazzino al suo papà,
“Io sento sempre usare ‘sta parola,
ma se la usi tu e poi anch’io
qual è lo spazio tuo e qual è il mio?
Se per te libertà è far del male
non è la stessa mia, in generale!
Se per te è libertà inquinar la Terra
non è la stessa mia, il concetto afferra!
Se per te è libertà usare armi
non è la stessa mia, non puoi tu impormi!
Se per te è libertà scatenar guerre,
non è la stessa mia, amo le serre.
Se per te è libertà picchiar le donne
non è la stessa mia ‘ché nella vita loro sono colonne”.
Allora disse il babbo al suo ragazzo:
“Mio caro, io penso che se segui il detto
Non fare agli altri ciò che non vuoi tu
sei sulla buona strada, non dico di più”.

TORNA A:

Tag: poesie libertà, poesie sulla libertà, poesie sulla libertà per bambini, filastrocche sulla libertà, filastrocche sulla libertà per bambini

Iscrivetevi alla Newsletter o al canale Telegram per ricevere gli ultimi aggiornamenti dal sito.