La Ziggurat

ziggurat sumeri

Le ziggurat (o ziqqurat) erano strutture religiose costruite dalle civiltà della Mesopotamia, e in particolare  dai sumeri e dai babilonesi. Le ziggurat avevano una struttura a gradoni, di forma piramidale, ed erano costruite da tanti strati di mattoni sovrapposti; sulla cima si trovava un tempio, consacrato ad una delle divinità sumere. Per arrivare sulla sommità della ziggurat si utilizzavano delle rampe di gradini all’esterno. Queste strutture erano enormi: potevano raggiungere i 90 metri di altezza, come un grattacielo di trenta piani!
Le ziggurat ancora esistenti sono molto danneggiate; per questa ragione non possiamo sapere quali fossero le dimensioni e l’aspetto originario dei templi.

Per stampare questa ziggurat da colorare (potete inserirla nel quaderno e utilizzare il retro per realizzare una mappa mentale), cliccate qui.

CURIOSITÀ

  • Ziggurat in sumero si pronunciava U-Nir e significava “montagna”. Queste strutture, infatti, erano costruite per essere “montagne sacre” così alte da toccare il cielo. La montagna, in moltissime civiltà antiche, era il luogo in cui il mondo umano si congiungeva al mondo divino (un altro esempio è il Monte Olimpo del mito greco).
  • Le ziggurat erano costruite utilizzando mattoni di argilla e paglia cotti al Sole.
  • A differenza delle piramidi della civiltà egizia, al cui interno si trovavano stanze e cunicoli, le ziggurat non avevano camere interne: si utilizzavano solo le scalinate e le terrazze esterne.
  • La più grande ziggurat ancora esistente è la Ziggurat di Ur, che si trova in Iraq, vicino alla città di Nassirya.
  • La Torre di Babele di cui si parla nella Bibbia, probabilmente, era una ziggurat: la Ziggurat di Babilonia, alta 91 metri.