educazione alla legalità obiettivi

La scuola intende operare alla costruzione di una personalità consapevole dei diritti e dei doveri che la Cittadinanza impone, disponibile e collaborativa verso il bene comune, ben integrata nella società, ma anche capace di accogliere i vantaggi che le diversità, sotto varie forme in cui oggi si presentano.

Educare significa anche prevenire. Occorre pensare alla prevenzione come ad una strategia intersettoriale che abbia al centro un “forte” lavoro educativo, considerare la tematica legalità come qualcosa che sta dentro la nostra storia sociale e di relazione, attivare un pensiero critico nei ragazzi rispetto alle tematiche in oggetto, lavorare sui “falsi miti” legati a questi fenomeni.

Ecco perché l’educazione alla legalità rappresenta, nell’attuale momento storico in cui la nostra società è sempre più contraddittoria e travagliata dalle violenze quotidiane, uno degli aspetti fondamentali della formazione integrale della persona.

In particolare, ecco i principali obiettivi a cui dovrebbe puntare un percorso di educazione alla legalità:

  • Sviluppare il senso della legalità per promuovere la partecipazione attiva e costruttiva nella propria comunità di appartenenza e nel territorio nazionale
  • Promuovere la crescita equilibrata della personalità dell’allievo affinché possa assumere atteggiamenti responsabili verso se stessi, la società e il mondo intero imparando a gestire i conflitti interpersonali e ad accettare e condividere i valori di pace e fratellanza
  • Educare alla convivenza democratica
  • Assumere consapevolezza che la costruzione di un futuro di pace nasce dalla “conoscenza” delle cause presenti e storiche che provocano le discordie e le guerre
  • Comprendere che “ pace” non è solo assenza di guerra, né comodo neutralismo, bensì conquista della conoscenza etica di considerare l’altro sempre come fine non come mezzo; formarsi atteggiamenti e comportamenti permanenti di non violenza e di rispetto delle diversità
  • Sviluppare le capacità di collaborazione, di comunicazione, di dialogo e partecipazione all’interno degli impegni e delle esperienze scolastiche
  • Consolidare una nuova coscienza democratica finalizzata alla lotta alla microcriminalità e alla mafia
  • Favorire lo sviluppo di un’autonomia di giudizio e di uno spirito critico, strumenti mentali indispensabili per saper discriminare le varie forme di comportamento.

L’educazione alla legalità a scuola è stata incentivata soprattutto dal 1993 dopo le stragi di Capaci e via D’Amelia e oggi rappresenta un indispensabile strumento per contrastare anche le nuove forme di prevaricazione nelle quali spesso sono proprio la scuola ( inconsapevolmente) e i social network a fomentare: bullismo e cyber bullismo, omofobia, razzismo. Oggi in tutte le scuole di ogni ordine e grado sono promosse iniziative, manifestazioni tese al consolidamento dei valori della legalità, del rispetto vero l’altro da noi.

a cura della dott. sa Antonia Ragone, 
pedagogista e docente

 

   

Pin It on Pinterest