Filastrocche di Pasqua

Scoprite tante filastrocche di Pasqua in questa sezione di filastrocche.

LEGGETE ANCHE: Poesie di Pasqua  – Storie di Pasqua – Lavoretti di Pasqua – Disegni di Pasqua – Biglietti di auguri di Pasqua

Indice delle filastrocche di Pasqua

  1. Se io cerco trovo te (testo di: Nicla Dalicante)
  2. La domenica di Pasqua (testo di: Margherita Bufi)
  3. Pasqua di gioia (testo di: Paola Novelli)
  4. Pasqua e Pasquetta tutti a casetta (testo di: Raffaella Gatta)

filastrocche di pasqua

Filastrocche di Pasqua

I testi di portalebambini.it

Se io cerco trovo te

Testo di: Nicla Dalicante

Laggiù in fondo cosa c’è?
È un angelo che aspetta me.
Cosa cerchi piccolino?
Ho seguito un uccellino
che cinguetta e mi chiama
è risorto Colui che ama
Angioletto dimmi dov’è?
In ogni casa, in ogni amico,
puoi trovarlo in un sorriso.
In ogni gesto di gentilezza,
puoi trovarlo in una carezza.
Se pace e amore proverai
incontrato tu l’avrai.

La domenica di Pasqua

Testo di: Margherita Bufi

La domenica di Pasqua,
io l’aspetto con grande ansia.
L’ immagino splendente,
ho solo il sole nella mente.
L’aria è tersa e pulita,
com’è bella la vita!
Il mandorlo fiorito,
lo sfioro con un dito.
Raccolgo una margherita e la menta piperita.
Ecco un mazzetto inaspettato, non sa certo di cioccolato!
La domenica di Pasqua
l’acqua scorre nelle fontane,
mentre rintoccano mille campane.
Gli uccellini fan festa
intorno alla gran cesta e al gallo con la cresta.
Mi vesto di nuovo
in attesa del mio uovo.
La scarcella della nonna?
La mangerò ancora una volta.
Domenica di Pasqua,
io ti aspetto con grande ansia.

Pasqua di gioia

Testo di: Paola Novelli

Le campane annunciano che Gesù è risorto
e le colombe volano per portare conforto.
Per chi sta nella pena sia gioia e pace
ogni creatura sia libera e felice
Bambini adoranti aspettano con curiosità
la sorpresa nell’ovetto che ha portato papà
Che bella la famiglia insieme riunita
quel nucleo che ci protegge per tutta la vita.

Pasqua e Pasquetta tutti a casetta

Testo di: Raffaella Gatta

Non metteteci il pensiero
due più due è uguale a zero.
Dopo un anno di tensione
è calata l’attenzione,
sacrifici frammentati
in mille cocci frastagliati.
La speranza avevam riposto
per andare in un bel posto
far riprendere l’economia
e tutta quanta l’allegria.
Una cosa l’abbiam capita:
non c’è ancora via d’uscita
se i potenti non lascian stare
l’interesse personale.