Cuorfolletto e la castagna Melania

la castagna che aspettava l'autunno

Avete mai visto Cuorfolletto? Non è un folletto come gli altri: è rosso ma cambia colore quando avverte un’emozione. Se incontra un bambino triste diventa grigio come un sasso e se incontra una bimba felice diventa giallo come il sole. Se fosse accanto a te – proprio adesso – di che colore sarebbe?
Cuorfolletto ha un’amica speciale, la piccola Marta. Insieme vivranno tante avventure incredibili.

Cuorfolletto e la castagna Melania

Alessia de Falco e Matteo Princivalle

È autunno. Marta e Cuorfolletto stanno passeggiando lungo un sentiero in montagna quando passano accanto a un vecchio albero. Ai suoi piedi è caduta la castagna Melania, avvolta nel suo riccio spinoso.
Appena vede la bambina e il suo folletto, comincia a ripetere questo ritornello:
«Quest’estate le mie spine
mi sembravano carine.
Ma non riesco più a sopportare
che non mi si possa abbracciare.
Di questo guscio così pungente
vorrei liberarmi immediatamente.
»
E ancora:
«Quest’estate le mie spine
mi sembravano carine.
Ma non riesco più a sopportare
che non mi si possa abbracciare.
Di questo guscio così pungente
vorrei liberarmi immediatamente.
»
E ancora:
«Quest’estate le mie spine
mi sembravano carine.
Ma non riesco più a sopportare
che non mi si possa abbracciare.
Di questo guscio così pungente
vorrei liberarmi immediatamente.
»
È così triste che Cuorfolletto diventa grigio come un sasso, ma non si perde d’animo e risponde a Melania:
«Non ti devi preoccupare,
devi solo pazientare.
Presto l’autunno arriverà
e dal guscio ti libererà.
»
Le parole di Cuorfolletto riempirono la castagna di ottimismo e decide di aspettare.
Quella notte, il vento autunnale scuote le foglie e le stacca dai rami.
Quando si sveglia, Melania rimane senza parole: il bosco è molto diverso da come lo ricordava. Le foglie sono gialle, rosse e marroni; non sono più sui rami, ma per terra, accanto a lei. Gli animali corrono di qua e di là, intenti a fare provviste per l’inverno. Anche la castagna si sente diversa, più dolce.
Quando Marta e Cuorfolletto passano di nuovo accanto a lei, la bambina esclama: «Guarda Cuorfolletto, Il riccio si è aperto e la castagna è matura!»
Poi afferra delicatamente il riccio, lo apre e tira fuori Melania, stringendola forte. La giovane castagna sente il calore di quell’abbraccio inaspettato ed è felice, tanto che Cuorfolletto diventa giallo scintillante.
«L’autunno ha espresso il mio desiderio! Nessuno avrà più paura del mio riccio spinoso!»
Cuorfolletto si avvicina a Melania e le confida un segreto: «Non si cambia dall’oggi al domani: occorre del tempo per maturare e liberarsi delle spine. Vale per le castagne, ma anche per noi.»

Laboratorio

Il cambiamento richiede tempo. Ognuno di noi vorrebbe liberarsi dei suoi difetti, ma per riuscirci occorre lavorare ogni giorno, senza perdere la pazienza. Mentre aspettiamo è utile concentrarsi sulle proprie qualità e sui nostri punti di forza. Tiriamoli fuori e mettiamoli a frutto: in questo modo gli altri non vedranno soltanto le spine di cui ci vorremmo liberare, ma anche la nostra parte migliore.

MATRICI DA STAMPARE:

SE VI PIACCIONO LE NOSTRE STORIE:

Non perdetevi le nostre favole sagge per i più piccoli. Cliccate sulle copertine per scoprire i booktrailer dei nostri libri.

TORNA A:

Iscrivetevi alla newsletter per ricevere ogni settimana le nostre risorse per bambini e le novità dal mondo dell'educazione positiva. Cliccate qui! Oppure unitevi al Gruppo Telegram per ricevere lì gli aggiornamenti.