×
Torna alla home I nostri libri Schede didattiche Storie Disegni da colorare Feste e giornate Filastrocche Giochi Lavoretti Libro dei nomi Educazione positiva Chi siamo Contatti Privacy policy

Cuorfolletto e la castagna Melania

la castagna che aspettava l'autunno

Avete mai visto Cuorfolletto? Non è un folletto come gli altri: è rosso ma cambia colore quando avverte un’emozione. Se incontra un bambino triste diventa grigio come un sasso e se incontra una bimba felice diventa giallo come il sole. Se fosse accanto a te – proprio adesso – di che colore sarebbe?
Cuorfolletto ha un’amica speciale, la piccola Marta. Insieme vivranno tante avventure incredibili.

Cuorfolletto e la castagna Melania

Alessia de Falco e Matteo Princivalle

È autunno. Marta e Cuorfolletto stanno passeggiando lungo un sentiero in montagna quando passano accanto a un vecchio albero. Ai suoi piedi è caduta la castagna Melania, avvolta nel suo riccio spinoso.
Appena vede la bambina e il suo folletto, comincia a ripetere questo ritornello:
«Quest’estate le mie spine
mi sembravano carine.
Ma non riesco a sopportare
che nessuno mi possa abbracciare.
Di questo guscio così pungente
vorrei liberarmi immediatamente
».
E ancora:
«Quest’estate le mie spine
mi sembravano carine.

E ancora:
«Quest’estate le mie spine
mi sembravano carine.

La castagna è così triste che Cuorfolletto diventa grigio come un sasso, ma non si perde d’animo e le risponde:
«Non ti devi preoccupare,
devi solo pazientare.
Presto l’autunno arriverà
e dal guscio ti libererà.
»
Le parole di Cuorfolletto riempiono la castagna di ottimismo e decide di aspettare.
Quella notte, il vento autunnale scuote le foglie e le stacca dai rami.
Quando si sveglia, Melania rimane senza parole: il bosco è molto diverso da come lo ricordava. Le foglie sono gialle, rosse e marroni; non sono più sui rami, ma per terra, accanto a lei. Gli animali corrono di qua e di là, intenti a fare provviste per l’inverno. Anche la castagna si sente diversa, più dolce.
Quando Marta e Cuorfolletto passano di nuovo accanto a lei, dopo qualche giorno, la bambina esclama: «Guarda Cuorfolletto, Il riccio si è aperto e la castagna è matura!»
Poi afferra delicatamente il riccio, lo apre e tira fuori Melania, stringendola forte. La giovane castagna sente il calore di quell’abbraccio inaspettato ed è felice, tanto che Cuorfolletto diventa giallo scintillante.
«L’autunno ha fatto avverare il mio desiderio! Nessuno avrà più paura del mio riccio spinoso!»
Cuorfolletto si avvicina a Melania e le confida un segreto: «Non si cambia dall’oggi al domani: occorre del tempo per maturare e liberarsi delle spine. Vale per le castagne, ma anche per noi».

Schede da stampare:

Laboratorio di educazione positiva

Il cambiamento richiede tempo. Ognuno di noi vorrebbe liberarsi dei suoi difetti, ma per riuscirci occorre lavorare ogni giorno, senza perdere la pazienza. Mentre aspettiamo è utile concentrarsi sulle proprie qualità e sui nostri punti di forza. Tiriamoli fuori e mettiamoli a frutto: in questo modo gli altri non vedranno soltanto le spine di cui ci vorremmo liberare, ma anche la nostra parte migliore.

ALTRE AVVENTURE DI CUORFOLLETTO:

SE VI PIACCIONO LE NOSTRE STORIE:

Non perdetevi le nostre favole sagge per i più piccoli. Cliccate sulle copertine per scoprire i booktrailer dei nostri libri.

TORNA A:

Iscrivetevi alla Newsletter o al canale Telegram per ricevere gli ultimi aggiornamenti dal sito.