×
doodle Cuorfolletto Torna alla home I nostri libri Schede didattiche Storie Disegni da colorare Feste e giornate Filastrocche Giochi Lavoretti Libro dei nomi Educazione positiva Corsi Chi siamo Contatti Privacy policy

Cuorfolletto e la zucca Camilla

cuorfolletto e la zucca camilla

Avete mai visto Cuorfolletto? Non è un folletto come gli altri: è rosso ma cambia colore quando avverte un’emozione. Se incontra un bambino triste diventa grigio come un sasso e se incontra una bimba felice diventa giallo come il sole. Se fosse accanto a te – proprio adesso – di che colore sarebbe?
Cuorfolletto ha un’amica speciale, la piccola Marta: insieme vivono tante avventure incredibili.

Cuorfolletto e la zucca Camilla

Alessia de Falco e Matteo Princivalle

Nell’orto di Marta e Cuorfolletto c’è una zucca così bella che la bambina la chiama “la reginetta dell’orto”.
Ma la zucca Camilla, era questo il suo nome, non la pensa affatto così.
«Altro che regina! Fra qualche giorno verranno a raccogliermi e mi faranno a pezzi per cucinare risotti, torte e dolcetti. Non voglio finire così!»
La zucca è terrorizzata all’idea che qualcuno possa tagliarla a fette, così una notte chiede allo spaventapasseri Giorgio di intagliare nella sua buccia due occhi e una boccaccia spaventosi.
«Quando Marta e i suoi nonni mi vedranno, si prenderanno un bello spavento, scapperanno via e mi lasceranno in pace.»
Quella mattina la bambina scende nell’orto insieme a Cuorfolletto e non appena vede Camilla conciata in quel modo si mette a strillare.
Cuorfolletto diventa nero per la paura e si nasconde dietro di lei, mentre la zucca ridacchia sotto i baffi: il suo piano sta funzionando a meraviglia.
Passato lo spavento però, la bambina si avvicina incuriosita, mentre Camilla spiega a Cuorfolletto il motivo di quel gesto.
«Avevo paura che mi tagliassero a fette e così ho chiesto allo spaventapasseri Giorgio di intagliare questa bocca spaventosa per tenere alla larga gli umani.»
Cuorfolletto spiega a Marta la paura della zucca e lei, dopo una breve riflessione, esclama: «Sai cosa faremo? Ti trasformerò in una zucca di Halloween: toglierò la polpa ma lascerò la tua buccia così com’è e metterò una candela nella tua pancia.»
La zucca Camilla è entusiasta: questa volta sarà importante per davvero, la regina di Halloween.

I laboratori di Cuorfolletto

Nella storia della zucca Camilla, Marta e Cuorfolletto inventano un modo per aiutare l’amica a non avere paura. Grazie al loro aiuto, la zucca risplende di luce e torna ad avere fiducia in se stessa.
Spesso quando siamo arrabbiati o abbiamo paura, lo dimostriamo con gesti esasperati, facendo arrabbiare o spaventare chi ci è accanto. Forse avremmo bisogno di parole che ci facciano stare meglio, proprio come la luce della candela di Camilla.

Cari bambini, provate anche voi a realizzare una candela scalda-cuore. Per cominciare, rispondete a questa domanda:
Se tu dovessi aiutare un amico/a che ha paura, cosa faresti per lui/lei?
Scrivilo sulla parte delle candela con scritto “Io sono luce per … quando …”
Se invece fossi tu ad aver bisogno di conforto, a chi ti rivolgeresti?
Scrivilo sulla parte della candela con scritto “… mi illumina quando sono in difficoltà”. Se avanza un po’ di spazio per scrivere, puoi anche aggiungere un messaggio di ringraziamento. Essere grati per ciò che riceviamo ci aiuta ad essere più forti.

ALTRE AVVENTURE DI CUORFOLLETTO:

SE VI PIACCIONO LE NOSTRE STORIE:

Non perdetevi le nostre favole sagge per i più piccoli. Cliccate sulle copertine per scoprire i booktrailer dei nostri libri.

TORNA A:

Iscrivetevi alla Newsletter o al canale Telegram per ricevere gli ultimi aggiornamenti dal sito.