Educazione ambientale per la scuola primaria: schede, idee e progetti

Educazione ambientale

L’educazione ambientale comprende tre grandi temi, legati fra loro:

  • L’inquinamento
  • Il cambiamento climatico
  • La tutela dell’ecosistema e della biodiversità

Perché è importante l’educazione ambientale?

  • Perché dobbiamo ridurre l’inquinamento? Per cominciare, l’inquinamento causa il cambiamento climatico e riduce la biodiversità. Inoltre, alcune sostanze inquinanti contribuiscono all’effetto serra; altre sono velenose o mortali per gli animali e i vegetali. Infine, l’inquinamento è pericoloso anche per l’uomo: lo smog, ad esempio, causa numerose malattie.
  • Perché dobbiamo contrastare il cambiamento climatico? Perché il cambiamento climatico rende più frequenti e più distruttive le catastrofi naturali (alluvioni, cicloni, grandinate, siccità estrema); inoltre, se la temperatura sulla Terra, molte terre diventeranno troppo calde e secche o troppo umide per ospitare la vita.
  • Perché dobbiamo tutelare l’ecosistema e la biodiversità? Perché non possiamo sopravvivere in un ambiente povero di specie viventi. Per esempio: la metà delle medicine che utilizziamo per curarci vengono ricavate da specie vegetali o animali; se queste dovessero estinguersi, rimarremmo senza farmaci. Ecco un altro esempio: oltre un terzo di ciò che mangiamo è prodotto grazie agli animali impollinatori (api, mosche, farfalle, pipistrelli, etc.). Se questi animali dovessero estinguersi, trovare cibo diventerebbe molto più difficile.

Qual è lo scopo (vision) dell’educazione ambientale?

  • Insegnare perché è importante tutelare l’ambiente (mentalità attenta all’ambiente e alla sua tutela).
  • Educare a compiere azioni sostenibili (formazione di buone abitudini e predisposizione ad agire in modo sostenibile).

Quali sono i mezzi (mission) dell’educazione ambientale?

  • Pensiero critico: 1) Leggere testi scientifici e racconti basati sui fatti, 2) Riflettere insieme su quello che si è letto
  • Educazione pratica: 1) Mettere in pratica certe azioni in classe (utilizzare la borraccia al posto delle bottiglie di plastica), 2) Assegnare come “compiti a casa” azioni sostenibili (raccolta differenziata).

Progetti di educazione ambientale per la scuola primaria

Progetto 1: Salviamo le api

Questo progetto ha come obiettivi: 1) Quello di far comprendere ai bambini l’importanza degli insetti impollinatori per la biodiversità e per la vita umana e 2) Quello di insegnare alcune buone pratiche per salvaguardare questi insetti.
Età: il progetto è adatto ai bambini a partire dalla classe terza della scuola primaria.

  • Per cominciare, si legge ad alta voce la favola “Il Bruco Mangianoia e l’ape”, che trovate qui.
  • Successivamente, si spiega ai bambini come avviene l’impollinazione e il ruolo degli insetti impollinatori. Potete usare questa scheda di riferimento.
  • Infine, si progetta e si realizza (si può fare anche individualmente, a casa) una piccola aiuola salva-api, utilizzando questa scheda di riferimento.

Progetto 2: Comprendere gli effetti del riscaldamento globale

Questo progetto ha come obiettivi: 1) Far comprendere ai bambini gli effetti drammatici del cambiamento climatico, 2) Offrire alcune informazioni scientifiche sull’effetto serra e sul riscaldamento globale, 3) Insegnare alcune buone pratiche per fare la nostra parte nel contenimento di questo fenomeno.
Età: il progetto è adatto ai bambini a partire dalla classe terza della scuola primaria.

  • Per cominciare, si legge ad alta voce la storia di Jed e Billa, che trovate qui.
  • Successivamente, si affronta il tema del cambiamento climatico. Potete usare questa scheda di riferimento.
  • A questo si aggiunge l’effetto serra, strettamente legato ai cambiamenti climatici. Potete usare questa scheda di riferimento.
  • Infine, si mostrano ai bambini un elenco di piccole azioni che possono compiere per dare il proprio contributo a questa causa.
  • È importante che i bambini capiscano che sono le piccole azioni a fare la differenza: l’effetto serra si può ridurre solo se ciascuno fa la propria parte! Per trasmettere questo messaggio potete utilizzare due favole: “Il bambino e le stelle marine” (che trovate qui) e “La favola del colibrì” (che trovate qui).