Ecco un’ipotesi di lavoro per affrontare il lago alla scuola primaria. Puoi trovare le mappe e le schede stampabili scorrendo l’articolo.

  • definizione di lago;
  • approfondimento sull’origine dei laghi (con mappa concettuale);
  • lettura e approfondimento sulle parole del lago (con mappa illustrata);
  • approfondimento sulla flora e sulla fauna del lago;
  • lettura sull’inquinamento dei laghi.

IL LAGO

Il lago è uno specchio d’acqua dolce, formatosi in una conca o in un avvallamento del terreno. Il lago viene alimentato dall’acqua piovana, dalle falde acquifere sotterranee e dai corsi d’acqua che si immettono al suo interno (immissari). Il lago è delimitato dalle rive o sponde.

LE PAROLE DEL LAGO

  • Emissario: un fiume che esce da un lago;
  • Immissario: un fiume che si immette in un lago;
  • Lago vulcanico: un lago formatosi a causa delle precipitazioni nel cratere di un vulcano non più attivo;
  • Lago glaciale: un lago formatosi in una conca dovuta allo spostamento di un ghiacciaio;
  • Lago di sbarramento: un lago formato attraverso lo sbarramento di un fiume (può essere uno sbarramento naturale, causato dai detriti, o artificiale, realizzato grazie a una diga);
  • Lago costiero o laguna: un lago separato dal mare da una sottile striscia di terra, con acque salmastre;
  • Riva o Sponda: la regione costiera del lago, che separa la terra dall’acqua.

Ecco una mappa per comprendere meglio le parole del lago:

il lago scuola primaria

Clicca qui per stampare questa scheda.

il lago scuola primaria

Clicca qui per stampare questa scheda.

IL LAGO: IMMAGINI

Qui puoi trovare alcune fotografie della montagna scattate da noi. Le foto sono proprietà di Portale Bambini: puoi utilizzarle liberamente in classe e per altre finalità educative. Se invece vuoi riprodurle sul tuo sito/blog o sulle tue pagine social, ti invitiamo a contattarci per richiederci il permesso.

il lago scuola primaria

Questa foto è stata scattata presso il Parco delle Cave (Milano, Lombardia). Il laghetto è di origine artificiale: queste cave un tempo erano utilizzate per estrarre pietra e altre rocce. Dopo il loro abbandono, si decise di riempire le enormi depressioni convogliando le acque del Ticino nelle cave. Clicca qui per scaricare l’immagine ingrandita.

SCHEDE DIDATTICHE CORRELATE

Pin It on Pinterest