Giochi con carta e penna

giochi con carta e penna

I giochi con carta e penna, conosciuti anche come giochi carta e matita, sono una categoria di giochi da fare in casa o all’aperto che non richiedono altri materiali se non qualche foglio e una penna o una matita.
Questi giochi sono caratterizzati da regole molto semplici e richiedono tempi di preparazione davvero minimi; se devi improvvisare un gioco con i bambini (o se piove e stanno devastando la casa), sono ciò che fa al caso tuo.

Giochi con carta e penna

GOLF
Materiale occorrente: fogli e penne
Giocatori: 2
Età: 4+
Dove si gioca: su un tavolo

  • Su un foglio di carta si disegna il campo da golf (vedi schema n.1). Ci dovranno essere il punto di partenza e una o più buche (noi consigliamo di giocare con 2 buche per foglio).
  • Si gioca a turni. Il giocatore di turno, con gli occhi chiusi, appoggia la punta della penna sul punto di partenza, poi tirerà la pallina tracciando una linea retta sul foglio; l’obiettivo è avvicinarsi il più possibile alla buca. Quando il giocatore ferma la penna, apre gli occhi e passa il turno.
  • Si continua a “tirare” finché tutti i giocatori non hanno centrato la buca. Il giocatore che manda la pallina in buca con il minor numero di tiri vince.

ACHI

Un antico gioco persiano con carta e penna le cui regole sono uguali a quelle del tris. A fare la differenza è il tavoliere, che ha questa forma:

giochi con carta e penna achi

Ecco una partita esemplificativa (puoi vedere le prime due mosse del nero e del rosso):

SCOPRITE ANCHE:

GIOCO DEL DIZIONARIO
Materiale occorrente: dizionario (va bene anche un dizionario online), biglietti di carta e penne
Giocatori: 4-5
Età: 7+
Dove si gioca: su un tavolo

  • Prima di cominciare, i giocatori stabiliscono chi tra di loro sarà il professore e terrà il dizionario. Il professore dovrà sfogliare il dizionario alla ricerca di una parola difficile, che comunicherà agli altri.
  • I giocatori hanno 5 minuti di tempo per scrivere sul loro biglietto il significato di quella parola; se non lo sanno, dovranno cercare di inventarlo.
  • Allo scadere del tempo il professore raccoglierà i biglietti e leggerà la definizione sul dizionario e quelle contenute nei biglietti. Chi avrà scritto la definizione corretta otterrà 2 punti, chi avrà scritto una definizione parzialmente corretta 1 punto e gli altri 0 punti.
  • Il gioco si può ripetere altre 4 o 5 volte, prima di procedere al conteggio definitivo dei punti.

IMPICCATO

Le regole sono molto semplici: una persona sceglie una parola da far indovinare al proprio avversario, e disegna tanti trattini quante sono le lettere che compongono questa parola; dopodiché disegna lo schema di un patibolo, dove verrà poi aggiunto appunto l’impiccato. A quel punto il giocatore che deve indovinare prova a richiedere una prima lettera: nel caso in cui quella lettera sia contenuta nella parola da indovinare, l’altro giocatore la scrive nel corrispondente trattino; nel caso in cui invece la lettera non sia presente, procede a disegnare un pezzo dell’impiccato (solitamente in sei tappe: testa, corpo, braccio destro, braccio sinistro, gamba destra e gamba sinistra).

Si va avanti fino a quando l’impiccato non è completamente disegnato (e quindi chi deve indovinare non esaurisce i suoi sei tentativi) oppure la parola non viene indovinata.Le varianti si distinguono principalmente per il numero di tappe in cui viene disegnato l’impiccato: bambini particolarmente originali gli disegnano anche la cravatta.

GERMOGLI

Numero di giocatori: 2 giocatori.
Scopo del gioco: Il giocatore che, nel suo turno, non riesce a fare una nuova mossa, perde.
Preparazione del gioco: Su un foglio di carta si disegnano tre punti.
Svolgimento: Durante il suo turno il giocatore deve collegare due punti tra loro con una linea.  Le linee possono essere rette o curve, ma non si devono mai incrociare tra loro. In mezzo alla linea che ha tracciato, il giocatore di turno dovrà disegnare un nuovo punto. Se da un punto passano 3 linee, va evidenziato con una “X” o con un “O” e i giocatori non potranno più iniziare o concludere la loro mossa in quel punto.
Varianti: È possibile cominciare il gioco con una mappa con più di 3 punti (5 o 7, ad esempio).

SCOPRITE ANCHE:

NOMI, COSE E CITTÀ

Ogni giocatore prepara una tabella in cui, in cima a ogni colonna, scrive rispettivamente Nome, Cosa, Città, Animale, Mestiere, Nazione, Cantante, Attore, Frutto, Personaggio storico e così via, a seconda di quali categorie viene scelto di includere; ogni riga, invece, verrà usata per una diversa manche di gioco. A quel punto si estrae una lettera a caso (escludendo quelle straniere e quelle eccessivamente difficili come H, Q e Z) e immediatamente i giocatori tentano di scrivere, per ogni categoria, una parola che inizia con quella lettera. Il primo che riesce a completare tutte le colonne annuncia lo stop, eventualmente dando ancora 10 o 20 secondi di tempo ai suoi avversari, dopodiché si mettono giù le matite e si passa a controllare le parole scritte e ad assegnare i relativi punteggi.

E’ possibile assegnare 2 punti per ogni parola valida scritta da un solo giocatore e 1 punto se una parola è valida ma è stata scelta da due o più giocatori. Altrimenti, si possono usare 20 e 10 punti, a seconda delle preferenze. A seconda del tempo è possibile stabilire quante manche fare.La variante principale consiste nella scelta delle categorie da utilizzare: potrebbero essere Automobili, Attori, Film ma anche Libri. Sta alla fantasia dei giocatori o di chi conduce il gioco caratterizzare una partita attraverso le categorie. Questo è uno dei giochi con carta e penna preferiti dai bambini.

Nomi cose città è un gioco dall’architettura modulare: potete variare la durata, la difficoltà, potete adattarlo come gioco di squadra o individuale. Non serve una grande esperienza nel campo dell’animazione per proporlo ed è un’ottima soluzione per riempire piccoli tempi morti. Un consiglio da chi lo fa di mestiere? Provatelo durante le feste, per tranquillizzare i partecipanti e coinvolgerli tutti in un’attività strutturata.

SCOPRITE ANCHE:

SCOPRITE TANTI ALTRI GIOCHI TRADIZIONALI:

Volete riscoprire i giochi tradizionali dei cinque continenti? Leggete i libri della collana “Parole e giochi dal mondo”, che curiamo per ITL-Libri: ogni volume contiene una selezione di giochi da tanti paesi diversi.

i racconti del beija-flor

TORNA A:

Tag: giochi carta e penna, giochi con carta e penna, giochi con carta e matita, giochi carta e matita

Iscrivetevi alla newsletter per ricevere ogni settimana le nostre risorse per bambini e le novità dal mondo dell'educazione positiva. Cliccate qui! Oppure unitevi al Gruppo Telegram per ricevere lì gli aggiornamenti.