Filastrocche di Carnevale

In questa sezione collaborativa potete trovare tante filastrocche di Carnevale.

Indice delle filastrocche di Carnevale

  1. Maschera mascherina (testo di: Valentina Padoan)
  2. L’allegria del Carnevale (testo di: Patrizia Mauro)
  3. Piatto pieno, piatto vuoto (testo di: Patrizia Mauro)
  4. Mascherati in mascherina (testo di: Monica Sorti)
  5. Carnevale (testo di: Roberta Maio)
  6. Carnevale (testo di: Elisabetta Perra)
  7. Carnevale (testo di: Monica Sorti)
  8. Carnevale che magia! (testo di: Patrizia Mauro)
  9. Toc toc (testo di: Gerarda Fusco)
  10. Forza, forza è Carnevale (testo di: Antonia Angelillis)
  11. Filastrocca di Carnevale (testo di: Livia De Santis)
  12. Carnevale presto arriverà (testo di: Giovanna Bologna)
  13. È arrivato il Carnevale (testo di: Erica Divita)
  14. Carnevale (testo di: Paola Novelli)
  15. Scherza, gioca e vola via (testo di: Rocco Vicino)
  16. Carnevale in pandemia (testo di: Marianna Incarnato)
  17. È arrivato Carnevale (testo di: Antonella Losanno)
  18. C’è una festa divertente (testo di: Erika Porro)
  19. Filastrocca di Carnevale (testo di: Ilenia Donnarumma)
  20. A Carnevale se ti offendi fai male (testo di: Rossana Zaffina)
  21. Filastrocca del Carnevale (testo di: Roberta Ippoliti)
  22. Carnevale (testo di: Cetty Schimicci)
  23. L’invenzione di Pulcinella (testo di: Gianni Rodari)
  24. Il vestito di Arlecchino (testo di: Gianni Rodari)
  25. Viva i coriandoli di Carnevale (testo di: Gianni Rodari)
  26. Quando arriva il Carnevale (testo di: Ariel De Maria)

Leggete anche: Poesie di Carnevale

Filastrocche di Carnevale (in rima)

Maschera mascherina

Testo di: Valentina Padoan

Maschera mascherina,
il Carnevale si avvicina.
Da che cosa ti vesti bella bambina?

L’ allegria del Carnevale

Testo di: Patrizia Mauro

Ci son tante filastrocche
dedicate al Carnevale
sia simpatiche che sciocche
e altre, invece, niente male.

Io che sono piccolino
ho pensato, oggi, a scuola,
di riflettere un pochino
e comporre una poesiola.

Quante belle mascherine,
danze e poi stelle filanti!
Ne sono piene le vetrine,
le ammiriamo tutti quanti.

Siam felici! Meno male,
ma vogliamo, all’ infinito,
che la gioia del Carnevale
non sia solo nel vestito…

Gioia nell’ animo e nel cuore,
via da noi, malinconia!
Perché il mondo sia migliore
c’è bisogno di allegria!

Questa filastrocca è disponibile anche come scheda da stampare e colorare. Cliccate qui per scaricare la matrice da stampare.

Piatto pieno, piatto vuoto

Testo di: Patrizia Mauro 

Carnevale, gran mangione,
ha riempito il suo pancione
con lasagne e con frittelle,
cioccolato e caramelle.

Pulcinella, poverino,
non ha niente nel pancino…
neanche l’ombra di spaghetti,
di frittata o di dolcetti!

Questo accade, cari miei,
per il mondo a molta gente:
c’è chi ha tanto, tanto, tanto
e chi, invece, non ha niente…

Carnevale

Testo di: Roberta Maio

Carnevale è la festa dell’allegria,
Dove ogni pensiero vola via.
Maschere, luci e colori,
ognuno ha i suoi accessori.
Non importa quale personaggio tu sceglierai,
l’importante è che tanta gioia porterai.

Carnevale

Testo di: Elisabetta Perra

Mamma mamma è Carnevale
mille scherzi voglio fare!
Voglio ridere e saltare
e i coriandoli lanciare!
Voglio diventar pirata,
poliziotto od astronauta,
principessa o ballerina
o del bosco la fatina.
Tanti volti posso avere
per esprimer quel che sono,
l’importante è che per oggi
la mia maschera sia un modo
per unire ogni bambino
e sentirlo a me vicino!

Carnevale

Testo di: Monica Sorti 

Festa di popolo e di tradizione,
costumi e maschere per l’occasione,
mille coriandoli e stelle filanti,
carri allegorici, tanti ma tanti.
Sfrigola l’olio nelle padelle
per preparare frappe e frittelle,
son giorni in cui non sta a dieta nessuno
perché tra poco comincia il digiuno.
Festa di genti di tutto il mondo,
unisce i popoli in un girotondo,
perché Carnevale è ovunque davvero
a Venezia, a Viareggio e a Rio de Janeiro.

Carnevale che magia!

Testo di: Patrizia Mauro 

A Carnevale sai cosa faccio?
Mi travesto da pagliaccio
per divertire parenti e amici
perché mi piace vederli felici.

Se indosso il camice da dottore
guarirò i nonni da ogni malore
e se gioco a fare il poliziotto
catturo i birbanti in quattro e quattr’otto.

Vestito da cuoco potrò cucinare
per chi non ha niente da mangiare
e con la corona da re della terra
ordinerò di fermare la guerra.

Certo, non basta un vestito diverso
per trasformare l’universo
ma a Carnevale, con la fantasia,
ognuno può compiere questa magia.

Toc Toc

Testo di: Gerarda Fusco

Toc toc… sono il Carnevale
e quest’anno mi travesto niente male.
Metterò una lacrima sul viso
e camminerò accennando un sorriso
nessuno sarà deriso,
nelle mie mani coriandoli lancerò
e più deciso sarò
andrò a casa dei bambini e busserò
e in un attimo felice sarò.
Rosso, giallo, verde, blu
e tu non sarai triste più.

Forza forza è Carnevale

Testo di: Antonia Angelillis

Forza, forza è Carnevale
possiamo vestirci come ci pare!
Vorrei vestirmi da infermiera
sventolando la bandiera!
C’è persino un alieno
con un cappello color arcobaleno.
Il signor Pulcinella
ha indossato una gran cartella.
Un forte suono fa l’orchestra
c’è Colombina travestita da maestra.
Al suo fianco un accompagnatore…
Guarda, guarda un dottore!
Lancio di coriandoli danzanti
rallegrano i passanti.
A Carnevale siam guerrieri d’allegria
e scacciamo via la malinconia.
Su bambini in piazza andiamo
e sorridendo tutti insieme balliamo!

Carnevale presto arriverà

Testo di: Giovanna Bologna

Carnevale presto arriverà
e gioia e allegria ci porterà.
Con Gianduja Pulcinella ed Arlecchino
farà grande festa ogni bambino.
Coriandoli e stelle filanti colorate
ne tireremo a grandi manciate!
Poi costumi, giostre e buffe mascherine
magari fatte con le proprie manine.
Caramelle, bugie e zucchero filato
delizieranno il nostro palato.
Di questi tempi pieni di dolore
un bimbo che ride fa bene al cuore.
Torneremo a cantare e ballare in allegria
Tutti insieme e in compagnia.
Ti prego Carnevale che stai per arrivare
porta un po’ di leggerezza che ci faccia sognare
fai che la voglia di noi bambini
di tenere per mano i nostri nonnini
non ci manchi mai più
così saremo allegri come ci vuoi tu.

È arrivato il Carnevale

Testo di: Erica Divita

È arrivato il Carnevale,
l’entusiasmo ci pervade.
Benvenute mascherine
per bambini e bambine.
Ogni bimbo si diverte
e contento si traveste.
Tutti dicono che a Carnevale
ogni scherzo divertente vale.
E allora chiacchiere e coriandoli a volontà,
per grandi e piccoli è arrivata la felicità!

È arrivato Carnevale

Testo di: Antonella Losanno

È arrivato Carnevale
con le fate e le damine,
principesse e burlamacchi,
i pirati e gli arlecchini.

In un gioco di colori,
di schiamazzi e di frastuoni
con coriandoli e trombette
alle allegre mascherine
la magia porta in fretta.

Fra uno scherzo e una risata,
un dolcetto e una frittella
tutti a correr per le strade
che la vita è tanto bella.

C’è una festa divertente

Testo di: Erika Porro

C’è una festa divertente
con mascherine colorate
in cui si scherza allegramente
mangiando bugie ripiene e zuccherate

Questo festeggiamento annuale
si festeggia tra gennaio e febbraio
il suo nome è “Carnevale”
i più famosi sono quelli di Venezia, Viareggio o Rio

Oltre a gustarsi i dolcetti
si lanciano coriandoli e stelle filanti
si fanno tanti scherzetti
si sta insieme tutti quanti

Ci sono tante mascherine
ognuna di loro è colorata
principesse, streghe, fatine
pagliacci, re o anche un pirata

C’è qualche altro costumino
che fa parte della tradizione
sono Colombina, Guanduia, Arlecchino
Pulcinella, Brighella e Pantalone

Tutti, adulti e bambini, sono felici
di giocare in compagnia
insieme ai loro amici
con gioia, risate ed allegria!

Filastrocca di Carnevale

Testo di: Ilenia Donnarumma
Pronti partenza via,
diamo inizio alla magia.
Carnevale è una sfilata
e una grande scorpacciata.
È una festa per bambini
ma emoziona grandi e piccini.
Pulcinella e Arlecchino
in un super concertino,
Biancaneve e i sette nani
accompagnan con le mani.
Coriandoli, colori e caramelle
per una principessa con l’abito di stelle.
Oggi è un giorno di allegria,
libera via alla fantasia.
Guerrieri, dame e cavalieri mascherati,
ci sono anche i pagliacci colorati.
Luci, colori e tanti decori
per scaldare felicemente i nostri cuori.

 

Filastrocche di Carnevale (versi liberi)

Carnevale

Testo di: Paola Novelli

Quando un trucco, un vestitino,
uno scialle, un occhialone,
una spada o una bacchetta
fan comparsa sulla piazzetta
lascia i crucci , le malinconie,
vestiti anche tu e scendi per le vie.
Sorridi, scherza, corri, col Sole o il temporale,
perché oggi si fa festa, oggi è Carnevale.

Filastrocca di Carnevale

Testo di: Livia De Santis

Carnevale è arrivato
e il sorriso ci ha portato,
i bambini lieti e allegri sono pronti a cominciare…
un, due, tre… mi maschero da re,
da regina o da pirata o pagliaccio tutto matto…
tante maschere noi proviamo e così ci divertiamo.
Non importa il “colore”,
se l’amore è in ogni cuore
e i bambini già lo sanno
che un sorriso vale tanto.
Viva viva il carnevale…
ogni scherzo “davvero vale”!!!!

Filastrocche di Carnevale in pandemia

Mascherati in mascherina

Testo di: Monica Sorti

Ma che strano Carnevale,
sarà che ogni scherzo vale,
questo più che uno scherzetto
sembra proprio un bel dispetto.

Mi hanno detto: “Col costume,
fatto di lustrini e piume
con al centro una stellina,
ci sarà la mascherina”.

Coprirà di nuovo il viso,
non vedrete il mio sorriso
ma la gran felicità
dai miei occhi sgorgherà.

Tu mi copri naso e bocca
ma il vestito non si tocca
e non rimanerci male,
non rovini il Carnevale!

Sarò comunque una Fatina,
mascherata in mascherina.

Questa filastrocca è disponibile anche come scheda da stampare e colorare. Cliccate qui per scaricare la matrice da stampare.

Scherza, gioca e vola via

Testo di: Rocco Vicino

Scherza, gioca e vola via,
se ne sente la magia.
Suona forte nella via,
e schiamazza in allegria.
Contro ogni malattia, è il massimo rimedio.
Chi si veste e chi si sveste,
di colori cambierà il terribile momento,
come un colpo di vento
via la tristezza porterà
e l’amore vincerà.
Se per te lo scherzo vale,
chiamalo pure Carnevale.
Scherza gioca e vola via,
fatti prendere anche tu dalla sua pazzia.
E con questa bella melodia,
facciamo tutti insieme fuori la pandemia.

Carnevale in pandemia 😷

Testo di: Marianna Incarnato

Un, due, tre è Carnevale
Il mondo va un po’ male.
Questa rimane una festa sociale,
Colorata e speciale.
E allora vestiamo questo virus birichino,
Che ne dite di Arlecchino?
Si dice abbia una corona comprata in Cina,
Forse vorrebbe un costume da regina ?
Noi bambini vogliamo sconfiggerlo e vestirci da eroi
siamo forti , tutto il mondo è con noi!
Io mi travesto da infermiere,
Io da dottore o da barelliere.
Io mi travesto da vaccino
Non fa male, è un pizzichino!
Io vorrei diventare una fatina,
Con la bacchetta nella manina,
Poter, con un tocco, far scomparire
Le angosce, i dolori e il patire!
Vorrei ridonare al mondo abbracci e baci,
E dire al virus: “adesso taci!”
Il Carnevale è magia
Riporta al mondo l’ allegria!

Filastrocca del Carnevale

Testo di: Roberta Ippoliti

Dopo l’epifania tutte le feste sono andate via
E invece no eccolo qua il giorno tra-la-la
Si chiama Carnevale perché si dice che ogni scherzo vale
È una festa antica di colori maschere e buon umori è di tradizione e con santa benedizione
Per un giorno si è tutti bambini grandi e piccini.
Le Zeppole ci mangiamo e i coriandoli ci tiriamo.
Fino a sera si può ballare e si sfila per eleggere il più bel esemplare
Ma quest’anno in particolare tutta la gente rimane nel focolare e in cuor sa ché nessun virus l’allegria via le porterà.

Carnevale

Testo di: Cetty Schimicci

Due mesi fa eravamo a Natale,
adesso siamo a Carnevale.
Coriandoli, frittelle,
maschere e risate a crepapelle.

Che sia un Carnevale speciale
questo Covid c’è lo farà ricordare,
è il secondo in pandemia,
ma ci auguriamo che la primavera, riuscirà a portalo via.

A Carnevale ognuno di noi diventa un artista
ma sempre Arlecchino è il vero protagonista,
con il costume di mille colori
illumina sempre i nostri cuori.

Poi c’è Colombina lei è la più carina,
tra stelle filanti si fionda in cucina,
per preparare dolcetti e scherzetti,
a chi sa giocare con i propri difetti.

Questa filastrocca la vorrei dedicare,
a piccoli e grandi che sanno ancora giocare,
con una festa così speciale,
che tutti chiamano Carnevale.

Filastrocche di Carnevale di Gianni Rodari

L’invenzione di Pulcinella

Gianni Rodari

Signore e signori, fatevi avanti
più gente entra, più siete in tanti!
Correte a vedere la grande attrazione,
la formidabile invenzione.
Non sono venuto su questo mercato
per vendere il fumo affumicato.
Non sono venuto a questa fiera
per vendere i buchi del gruviera.
Il mio nome è Pulcinella
ed ho inventato la moz – za – rel – la!
Da questa parte, signori e signore
son Pulcinella il grande inventore!
Per consolare i poveretti
ho inventato gli spaghetti.
Per rallegrare a tutti la vita
creai la pizza Margherita!
Olio, farina, pomodoro
nulla vale questo tesoro.
Ad ascoltarlo corre la gente,
si diverte… e non compra niente!

Il vestito di Arlecchino

Gianni Rodari

Per fare un vestito ad Arlecchino
ci mise una toppa Meneghino,
ne mise un’altra Pulcinella,
una Gianduia, una Brighella.
Pantalone, vecchio pidocchio,
ci mise uno strappo sul ginocchio,
e Stenterello, largo di mano
qualche macchia di vino toscano.
Colombina che lo cucì
fece un vestito stretto così.
Arlecchino lo mise lo stesso
ma ci stava un tantino perplesso.
Disse allora Balanzone,
bolognese dottorone:
“Ti assicuro e te lo giuro
che ti andrà bene li mese venturo
se osserverai la mia ricetta:
un giorno digiuno e l’altro bolletta!”.

Viva i coriandoli di Carnevale

Gianni Rodari

Viva i coriandoli di Carnevale,
bombe di carta che non fan male!
Van per le strade in gaia compagnia
i guerrieri dell’allegria:
si sparano in faccia risate
scacciapensieri,
si fanno prigionieri
con le stelle filanti colorate.
Non servono infermieri
perchè i feriti guariscono
con una caramella.
Guida l’assalto, a passo di tarantella,
il generale in capo Pulcinella.
Cessata la battaglia, tutti a nanna.
Sul guanciale
spicca come una medaglia
un coriandolo di Carnevale.

Quando arriva il Carnevale

Testo di: Ariel De Maria

Quando arriva il carnevale
c’è gran festa nelle piazze,
tra coriandoli e trombette
van pirati, fatine e streghette.
Dello zucchero filato
tutti quanti son golosi
e i tra vividi colori e le risate a crepapelle
tutti i bimbi son gioiosi
e risplendon come stelle.
L’allegria è tanto accesa
da sembrare senza fine
e il febbraio freddolino
travestito par più mite.
E se quest’anno il carnevale
resterà dentro le case,
bimbi miei, non disperate:
i maestosi cavalieri e le fate,
le eroine coraggiose e gli eroi
dove sono? Siete voi!
E le più incredibili fiabe
da trovar non son lontane:
coi colori del sorriso
ed un po’ di fantasia
è carnevale all’improvviso
e più vera è la magia.

Vi sono piaciute le filastrocche di Carnevale che abbiamo raccolto per voi?

UN LIBRO PER VOI: FILASTROCCHE DI UNA VOLTA

Se amate le rime e le filastrocche, vi suggeriamo di acquistare il nostro libro “Filastrocche di una volta“, una raccolta di testi della tradizione (il loro linguaggio è semplice e comprensibile anche ai bambini) che rischiano di essere dimenticati per sempre. Ogni filastrocca ha un’illustrazione da colorare. Potete acquistarlo cliccando qui o cliccando sulla copertina qui sotto.

 

I nostri video: