pulcinella

Pulcinella è una delle maschere più famose del carnevale italiano, originaria di Napoli. La maschera di Pulcinella è fatta così:

  • vestito bianco con le maniche lunghe (tanto da coprire le mani);
  • maschera nera con un grande naso rivolto verso il basso;
  • cappello bianco “a pan di zucchero”, ovvero a forma di cono con la punta arrotondata.

PULCINELLA NELLA COMMEDIA DELL’ARTE

Pulcinella è una maschera di origini partenopee, tra le più popolari e conosciute. Si pensa che le sue origini risalgano all’epoca dei Romani (Pulcinella discende da Maccus, il personaggio delle Atellane Romane), anche se poi la maschera è caduta nell’oblio con l’arrivo del Cristianesimo. Successivamente è tornata in voga nel Cinquecento, grazie alla Commedia dell’Arte e ad oggi continua ad essere apprezzata e conosciuta. Insieme ad Arlecchino, è da sempre una delle maschere più amate.

C’è chi ipotizza che un contadino di Acerra, Puccio d’Aniello, nel ‘600 si unì come buffone ad una compagnia di girovaghi di passaggio nel suo paese. Da qui la nascita del nostro amato Pulcinella. La maschera di Pulcinella, come la conosciamo oggi, deve le sue origini all’attore Silvio Fiorillo anche se il suo costume moderno fu inventato nell’Ottocento da Antonio Petito. Inizialmente, la maschera di Fiorillo indossava un cappello bicorno (diverso da quello attuale “a pan di zucchero”) e portava barba e baffi.

Pulcinella è noto per la sua ironia, ma anche per la sua pigrizia. Ama il cibo ed è molto vorace: sarebbe disposto a qualsiasi cosa pur di ottenere un piatto di maccheroni. Lo immaginiamo un po’ goffo, sempre in movimento, alla perenne ricerca di espedienti per sfuggire alla prevaricazione e all’avarizia di ricchi e potenti.
Il costume è semplice ed allo stesso tempo molto caratteristico: pantaloni ed ampia camicia bianchi, maschera nera con naso lungo e adunco, cappello bianco di stoffa incalzato sulla testa. L’origine del nome deve ricondursi al termine napoletano “pollicino”, che significa pulcino, e si riferisce al timbro della sua voce e al naso adunco.

LA MASCHERA DI PULCINELLA: DISEGNI DA STAMPARE E COLORARE

Clicca qui per scaricare questo disegno di Pulcinella.

Clicca qui per scaricare questo disegno di Pulcinella.

Clicca qui per scaricare questo disegno di Pulcinella.

Clicca qui per scaricare questo disegno di Pulcinella.

Clicca qui per scaricare questo disegno di Pulcinella.

Clicca qui per scaricare questo disegno di Pulcinella.

Clicca qui per scaricare questo disegno di Pulcinella.

FILASTROCCHE SU PULCINELLA

PULCINELLA

Ennio Novelli

La mia città del mondo è la più bella;
c’è il Vesuvio, Sorrento, il golfo, il mare…
fan le chitarre la serenatella,
i pescator si sentono cantare:
per me, quel che mi piace e mi fa gola
son solo i “maccheroni a’ pommarola!”.

L’INVENZIONE DI PULCINELLA

Gianni Rodari

Signore e signori, fatevi avanti
più gente entra, più siete in tanti!
Correte a vedere la grande attrazione,
la formidabile invenzione.
Non sono venuto su questo mercato
per vendere il fumo affumicato.
Non sono venuto a questa fiera
per vendere i buchi del gruviera.
Il mio nome è Pulcinella
ed ho inventato la moz – za – rel – la!
Da questa parte, signori e signore
son Pulcinella il grande inventore!
Per consolare i poveretti
ho inventato gli spaghetti.
Per rallegrare a tutti la vita
creai la pizza Margherita!
Olio, farina, pomodoro
nulla vale questo tesoro.
Ad ascoltarlo corre la gente,
si diverte… e non compra niente!

PULCINELLA

Ferdinando Russo

Pulcinella, sott’ ‘o pergulato,
comme se dica a lengua malandrina
miezo vevuto e tutto nnammurato
abbocca ‘a cafattera a Culumbina.
Tu si’ nu franfellicco nzuccarato!
Tu si’ na rosa ‘ e maggio senza spina!
De sta cantina ‘a frasca m’ha chiammato
e tu si’ ‘a cantenera ‘e sta cantina!
Io, tale e quale ‘o sguìzzaro mbriaco,
vevenno sempre d’ ‘ a matina a’ sera,
pe’ nun te lassà mai, nun me vaco!
E, surchianno ‘a cannòla, ‘e chist’ammore
dice, cu nu suspiro, a’ cantenera:
Nu’ cchiù, cannòla mia, ca Giorgio muore!…

SCOPRI LE ALTRE MASCHERE DI CARNEVALE

ALTRE RISORSE SUL CARNEVALE

Pin It on Pinterest